Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

NETTUNO: CIOCCHETTI UDC; SOLIDARIETA' AI PESCATORI LOCALI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

  

 

Roma 18 Gen -  “Riteniamo che l’ordinanza 17 01 2011 che il sindaco di Nettuno ha emesso in merito allo sgombero delle banchine P e Q del porto turistico "Marina di Nettuno" occupate legittimamente dai pescatori locali sin dal 1983 come da loro diritto in adempimento alla concessione demaniale; sia un atto ingiustificato che mette a rischio decine e decine di posti di lavoro, in crisi intere famiglie che vivono con la pesca , facendo inoltre scomparire una cultura e un arte che a Nettuno vive da sempre. Mi chiedo se questa operazione serva solo al Comune per fare cassa con l'affitto ai privati dei posti barca? Ma tutto ciò a discapito di decine di famiglie e di posti di lavoro in un momento di crisi nel nostro Paese così elevato. Come regione Lazio monitoreremo questa grave situazione." – lo dichiara in una nota il vice presidente della regione Lazio Luciano Ciocchetti –

 

"Inoltre – continua Ciocchetti - questa ordinanza è in contrasto con una nota dell'allora ministero della Marina Mercantile che approvava la concessione demaniale del 18 07 1983 con la destinazione obbligatoria di destinare parte dell'approdo agli usi della pesca locale con non meno di 26 posti. Nel 1987 l'Ufficio Marittimo stabiliva che erano autorizzate a fruire del posto di ormeggio destinato alla pesca soltanto ed esclusivamente imbarcazioni destinate esclusivamente alla pesca professionale."

 

"Nel 29 08 2011 con nota 05/742 il Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio riteneva di dover far osservare che la riserva di area per la marineria da pesca-locale professionale era stata a suo tempo posta quale presupposto per il rilascio dell'atto di concessione originario dell'area per la costruzione del porto. Mi auguro che questa situazione venga presto risolta, intanto esprimo solidarietà e vicinanza a tutti i pescatori locali di nettuno."

 


--

Di seguito il comunicato.

Emiliano Belmonte
Responsabile Ufficio Stampa

Vice-Presidente Regione Lazio
Assessore alle Politiche del Territorio e dell'Urbanistica
 
tel. 06.51688825 - 8908
cell. 3338851111 - 347.7375680
emiliano.stampa@gmail.com
www.lucianociocchetti.com

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)