Privacy Policy politicamentecorretto.com - Caccia: presentato rapporto associazione vittime, stagione 2010/2011 una strage. 241 in totale le vittime delle armi da caccia. 100 le vittime in ambito venatorio

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Caccia: presentato rapporto associazione vittime, stagione 2010/2011 una strage. 241 in totale le vittime delle armi da caccia. 100 le vittime in ambito venatorio

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti parlamentare Radicale

 Ogni anno l'associazione vittime della caccia attua un costante  monitoraggio dei mezzi di informazione nazionale e locale per poter avere un  quadro dettagliato ed aggiornato degli incidenti dovuti alle armi da fuoco da  caccia, in ambito venatorio ed in ambito extra-venatorio.
Si è svolta oggi,  nella sala stampa del Senato, una conferenza stampa a cui ho preso parte, su una  piaga tutt'altro che insignificante e che vede centinaia di persone morire. Da  questo quadro emerge come le politiche sulla caccia a livello normativo  necessitino assolutamente di una diversa attenzione e certamente di un nuovo  profilo.
E' necessario, a mio avviso, prestare più attenzione ai danni che  l'attivita' venatoria reca alla cittadinanza. Non e' un caso che l'80% dei  cittadini ce lo chiede e ripugna fortemente questa attivita', tanto da chiederne  l' abolizione.
In ambito extra venatorio risultano a oggi 28 morti e 13  feriti tra cui una bambina di 3 anni e un bambino di 5anni, il quale alcuni mesi  fa e' stato ridotto in gravissime condizioni.
In ambito venatorio sono 100 le  vittime: 25 morti e 75 feriti. Fatti di cronaca vergognosi, che dovrebbero far  riflettere su quella che è una concessione e non un diritto e che pertanto  andrebbe maggiormente controllata e assoggettata al rispetto di requisiti che  vengono costantemente disattesi.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)