Privacy Policy politicamentecorretto.com - La Camera, nella seduta odierna, ha approvato all'unanimità nuove disposizioni per i territori di montagna

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La Camera, nella seduta odierna, ha approvato all'unanimità nuove disposizioni per i territori di montagna

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

TRA I FIRMATARI DELLA LEGGE L'ON. FRANCO LARATTA: "Una buona legge, che aiuterà i centri di montagna. Interventi contro lo spopolamento e per fermare la fuga dei giovani".  Molti i comuni interessati in Calabria.

 

Finalmente una buona notizia dal Parlamento. La Camera ha approvato stamane all'unanimità una legge che punta alla salvaguardia e alla valorizzazione delle specificità culturali, economiche, sociali e ambientali dei comuni montani.  Le norme favoriscono un'adeguata qualità della vita dei soggetti residenti, dei nuclei familiari,ed ha lo scopo di evitare lo spopolamento dei territori montani e di contenere la tendenza all'innalzamento dell'età media delle popolazioni.

La legge istituisce un Fondo Nazionale integrativo per i comuni montani svantaggiati, con una dotazione pari a 6.000.000 di euro per il 2011.  Si punta per i prossimi anni ad incrementare notevolmente questo fondo, con nuove e più forti risorse finanziarie. Laratta: "Chiediamo più risorse per fermare il declino dei comuni di montagna e per finanziarie più progetti possibili"!

Il Fondo finanzierà progetti di sviluppo socio-economico a carattere pluriennale, tra le seguenti tipologie:

 

·         potenziamento e valorizzazione dei servizi pubblici e della presenza delle pubbliche amministrazioni;

·         potenziamento e valorizzazione del sistema scolastico;

·         valorizzazione delle risorse energetiche;

·         incentivi per l'utilizzo dei territori incolti di montagna e per l'accesso dei giovani alle attività agricole;

·         sviluppo del sistema agrituristico e del turismo montano e degli sport di montagna

·         valorizzazione della filiera delle biomasse a fini energetici.


Norme anche per i lavori pubblici nei comuni di montagna e per la realizzazione di infrastrutture, e per gli usi civici di montagna.

La legge è stata firmata da Quartiani, Giovannelli, Laratta,  Brugger, Zeller e altri.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)