Privacy Policy politicamentecorretto.com - Al Campionato Int.le Open Challenge Cup 2011, in Belgio, il Taekwondo Massafra conquista cinque medaglie

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Al Campionato Int.le Open Challenge Cup 2011, in Belgio, il Taekwondo Massafra conquista cinque medaglie

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 Dopo i numerosi successi ottenuti in campo regionale e nazionale, arrivano le prime medaglie internazionali per gli atleti del csd “Taekwondo Massafra” che nei giorni di sabato e domenica (5 e 6 marzo) hanno conquistato cinque medaglie, una d’oro e quattro d’argento, al Campionato Internazionale Open Challenge Cup 2011 - Forme in Belgio (erano in gara oltre 400 atleti di tutta Europa, diversi titolari in varie nazionali). Gli atleti massafresi (13 in tutto, di diverse età: dai bambini di 8 anni agli adulti di oltre 40 anni) sono stati super bravi facendosi valere per le loro capacità tecniche, grazie al duro lavoro ed agli insegnamenti del loro maestro, Tommaso Petrelli, che da un ventennio si contraddistingue nell’ambiente sportivo per  impegno e professionalità.
La medaglia d’oro è stata Veronica Flemma (cat. senior femminile, classe B), mentre le quattro medaglie d’argento sono state conquistate da: Cosimo Tramonte (cat. debuttanti classe B), Manuel Castronuovo (cat. aspiranti classe C) e da Michelangelo Dicensi e Giovanni Scialpi (cat. senior 2 classe C).
Ottimi i piazzanti, ottenuti da Fedele Del Prete, Giovanni Dcensi, Antonio Depierro, Cosimo Scarano e Francesco Petrelli. Apprezzate anche le prove dei loro colleghi Giuseppe Dimita, Alessandro Petrelli e Simona Lenoci che non hanno passato le semifinali per un minimo scarto.
Come prima esperienza in un open internazionale, il risultato è andato oltre ogni aspetativa, considerando anche il fatto che gli atleti erano partiti solo per  fare esperienza. Il M° Petrelli ringrazia i genitori, che con il loro calore e sacrifici hanno accompagnato i ragazzi, Nino Strusi per la sistemazione logistica, e la vicinanza dell’Amministrazione comunale (in particolare del vice sindaco ed assessore allo sport Giandomenico Pilolli, sempre vigile ed attento alla sana crescita dell'attività sportiva sul territorio). Nella foto, insieme agli atleti, l’organizzatore Graziano Bruno.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)