Privacy Policy politicamentecorretto.com - Gli onn. Laratta, Oliverio, Marini tornano sulla grave situazione delle Ferrovie della Calabria con una interpellanza urgente al Ministro dei TRASPORTI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Gli onn. Laratta, Oliverio, Marini tornano sulla grave situazione delle Ferrovie della Calabria con una interpellanza urgente al Ministro dei TRASPORTI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

On. Franco Laratta (PD e membro della Commissione Trasporti Camera): “Crisi finanziaria gravissima delle FdC. Azienda a rischio per colpa delle Istituzioni. Il Ministro apra subito un tavolo con  sindacati e la Regione”.

 

Presentata una nuova interrogazione urgente al Governo per sapere:

Quali investimenti sono stati programmati e quali risorse sono state destinate al Piano degli interventi per l’ammodernamento e messa a norma delle infrastrutture ferroviarie di Ferrovie della Calabria srl di cui al citato D.M. 4383/Fs del 10 marzo 2004 specificandone anche i tempi previsti per il completamento.
Quali sono i tempi per l’effettiva erogazione alla Regione Calabria delle somme rivenienti dal maggior fabbisogno certificato dal Comitato di verifica e di monitoraggio per il periodo 2002 -2007.
Quali iniziative sono state assunte per evitare che la situazione finanziaria precaria possa avere ripercussioni, sia sui livelli dei servizi che sui livelli occupazionali, in una Regione già problematica come la Calabria.
Come mai a tutt’oggi non si è tenuto l’annunciato confronto tra le Forze sindacali, La Regione Calabria, il Ministero dei Trasporti.
Se il ministero è a conoscenza  della disdetta unilaterale da parte di FdC di 9 Accordi di secondo livello.
Se è a conoscenza che per il 25 Marzo è stato proclamato lo sciopero della categoria a tutelam dei lavoratori e dei diritti degli utenti.
 

Davanti ad un quadro così negativo, è evidente che le responsabilità del Ministero, nella qualità di proprietario della società, non esonerano lo stesso dall’obbligo di ricercare soluzioni, anche di concerto con la Regione, per uscire dall’attuale crisi finanziaria onde evitare anche di incorrere nei rischi delle responsabilità proprie del socio pubblico in una società di capitale uninominale.


 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)