Privacy Policy politicamentecorretto.com - Sportello Dei diritti: secondo la C.G.I.A. di Mestre gli italiani pagheranno 612 euro di tasse in più nel biennio 2011 -2012

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sportello Dei diritti: secondo la C.G.I.A. di Mestre gli italiani pagheranno 612 euro di tasse in più nel biennio 2011 -2012

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Un nuovo allarme per i cittadini che secondo la Cgia di Mestre dovranno pagare ben 612 euro in più di tasse tra il 2011 ed il 2012.
All’aumento dell’inflazione si aggiunge per gli italiani un’ulteriore brutta tegola, sottolinea Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, quella annunciata dall'Associazione degli artigiani di Mestre a seguito dello studio dei dati pubblicati nei giorni scorsi dal Governo nel Documento di Economia e Finanza 2011.
Anche se secondo il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi non si può parlare di un vero e proprio aumento dell’imposizione fiscale, tuttavia da quest'anno ciascun italiano sarà costretto a versare nelle casse dello Stato in media 236 euro in più di tasse e contributi nel 2012 ed il peso delle imposte crescerà di altri 376 euro pro capite e così per un totale nel biennio 2011-2012 di ben 612 euro in più rispetto a quanto ha pagato nel 2010.
Le cause di tali aumenti, sempre secondo la Cgia sono riconducibili sia alla leggera ripresa economica in atto che all'aumento del gettito proveniente dalla lotta all'evasione fiscale ed infine da un possibile incremento della tassazione locale in conseguenza dell’applicazione dei decreti sul famigerato federalismo fiscale.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)