Privacy Policy politicamentecorretto.com - LE COSE NON VANNO MAI DA NESSUNA PARTE

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

LE COSE NON VANNO MAI DA NESSUNA PARTE

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Prima di aver potuto decidere, bisognava attraversare decisamente il “prima” nel suo buio tanto denso quanto non negoziabile. Malgrado l’ansia e l’angoscia, con un unico bagaglio: la certezza. Per proseguire era assolutamente necessario essere consapevoli della superiorità delle correnti che hanno sempre una funzione sola, quella di demolire e distruggere completamente senza la minima misericordia. Ad un certo punto, dopo tante età, si attraversò il “prima” che sarebbe il buio, come anche altrimenti. La non speranza a noi tanto familiare per la nostra eternità, che ci ha portati fino a questa cima, era per lo meno tremante perchè era il “durante”. Avendo dialogato abbastanza con i nostri fantasmi rassegnati, striscianti perchè legati ai nostri piedi in cammino per la meta del “dopo”, il non rassegnarsi era per lo meno inevitabile; vedi, le cose da sole non avrebbero potuto mai andare dove volevamo che andassero, bisognava portarle. E, “dopo”?

Precisamente questo: anche se contro la loro volontà, le cose le abbiamo fatto andare dove volevamo che andassero. Concludendo con il nulla in mano. È questa l’unica traccia nostra, invisibile e profonda, saggia e silenziosa, il ciclo che è contemporaneamente l’inizio e la fine.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)