Privacy Policy politicamentecorretto.com - Fibrosi Cistica. Personale medico Centro Regione Lazio a rischio dal 31 maggio. Governo non stia a guardare

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Fibrosi Cistica. Personale medico Centro Regione Lazio a rischio dal 31 maggio. Governo non stia a guardare

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Intervento della senatrice Donatella Poretti, parlamentare radicale

Al Centro della Regione Lazio specializzato per la Fibrosi Cistica presso l’Istituto di Clinica Pediatrica del Policlinico Umberto I sono affidati specifici compiti di assistenza, prevenzione e cura anche domiciliare per questa patologia e si conferma come unica struttura con specifiche competenze presente nella Regione Lazio. Attualmente afferiscono al Centro oltre 540 malati affetti da fibrosi cistica e circa 130 malati affetti da altre patologie polmonari croniche come la Discinesia Ciliare Primitiva, per la quale il Centro è stato riconosciuto come Centro di supporto. La struttura del Policlinico è inoltre Centro di Riferimento in ambito nazionale per i pazienti affetti da fibrosi cistica che necessitano di trapianto di polmone o fegato.
Attualmente il personale medico di ruolo in forza presso questo Centro è costituito soltanto da due medici e da un Fisioterapista. Il resto del personale (14 tra medici, fisioterapisti, tecnici di laboratorio, microbiologi e un assistente sociale) svolgono le loro mansioni con contratti a tempo determinato in scadenza il prossimo 31 maggio. La Regione Lazio per ora ha concesso soltanto la possibilità di rinnovo mensile dei contratti secondo legge 368/99, mentre non ha dato ancora alcuna indicazione per i collaboratori in regime di co.co.co., salvo aver annunciato la drastica riduzione generale al 50% di questo tipo di contratti. Tutto ciò nonostante annualmente, in virtù della legge nazionale 548/93 "Disposizioni per la prevenzione e cura della fibrosi cistica", lo Stato centrale versa dei fondi alla Regione per il funzionamento della struttura.
Poiché sembra invece ormai prossimo e concreto il rischio che il centro clinico, di estrema importanza a livello regionale e nazionale, rimanga presto sguarnito della gran parte delle professionalità mediche e sanitarie che lo fanno funzionare, con gravissimo danno per tutti quei pazienti affetti da fibrosi cistica e altre patologie polmonari croniche che lo frequentano, con il collega Marco Perduca, abbiamo rivolto un'interrogazione ai Ministri della Salute e dell'Economia e delle Finanze per sapere:
-se le professionalità mediche e sanitarie non di ruolo che lavorano presso il Centro Regionale per la Fibrosi Cistica del Lazio saranno riassunte allo scadere del proprio contratto, e secondo quale modalità;
-in caso contrario, come si prevede di far fronte alla dotazione di medici e specialisti in numero sufficiente e organico all'importanza del Centro e al numero di pazienti che a questo si rivolgono;
-se i ministri interrogati non ritengano in questo caso di dover attivarsi, e in quale modo, affinché sia garantita la continuata applicazione della legge 548/93.

Qui il testo dell'interrogazione: http://blog.donatellaporetti.it/?p=2249

Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)