Privacy Policy politicamentecorretto.com - Omofobia e fine vita, Garavini (Pd): “Politica Governo Berlusconi inadeguata”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Omofobia e fine vita, Garavini (Pd): “Politica Governo Berlusconi inadeguata”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Il circolo Pd di Berlino aderisce all’Europride di Roma dell’11 giugno

  

“In Italia il dibattito politico sui diritti civili è sempre più preoccupante. La doppia bocciatura della legge contro l’omofobia e l’uso strumentale della proposta sul testamento biologico sono indice dell’involuzione culturale e politica promossa da questo Governo”. Lo dice Laura Garavini, deputata Pd eletta nella ripartizione Europa, commentando l’ordine del giorno approvato dal Circolo Pd di Berlino, di cui è coordinatrice, nel corso del Congresso che si è tenuto sabato scorso nella capitale tedesca, con la partecipazione del Coordinatore nazionale Welfare di Arcigay, Stefano Pieralli. “Aderiamo con convinzione all’Europride di Roma per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto dei diritti civili e delle pari opportunità” ha aggiunto Dario Pasquini, vicesegretario del Pd a Berlino.

“Osserviamo con preoccupazione tutti i segnali negativi che arrivano da diversi Paesi europei” dice il Presidente del Circolo berlinese Tiziano Ungherese. “Come Democratici all’estero vogliamo invece promuovere un’Europa dei diritti civili per tutti.”

“In materia di pari opportunità e dei diritti legati al fine-vita, la politica del Governo Berlusconi si dimostra del tutto inadeguata rispetto a ciò che avviene nei Paesi più avanzati” conclude Laura Garavini. “I punti di riferimento in realtà ci sono. Basterebbe leggere con attenzione la nostra Carta costituzionale.”

 

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data rosario cambiano, 24 Maggio, 2011 08:06:14
    Democratici all’estero vogliamo invece promuovere un’Europa dei diritti civili per tutti.”?? Che volete fare ancora altri casi Giacchetta per caso ?