Privacy Policy politicamentecorretto.com - on. Franco Laratta su Scopelliti e il Porto di Gioia Tauro: "Scopelliti parla come se fosse ancora all'opposizione. Nasconde le sue gravi responsabilità su Gioia Tauro"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

on. Franco Laratta su Scopelliti e il Porto di Gioia Tauro: "Scopelliti parla come se fosse ancora all'opposizione. Nasconde le sue gravi responsabilità su Gioia Tauro"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Affermare che il Porto di Gioia Tauro ha perso la Maersk perché non ha un retroporto è come dire che il Comune di Reggio ha un enorme buco di bilancio perché c’è la disoccupazione. Scopelliti continua a parlare come se fosse ancora all’opposizione senza rendersi conto che è il presidente dei calabresi, che purtoppo conoscono bene i loro problemi e che da tempo chiedono soluzioni. Da più di un anno, il suo governo è all’opera ed ha accumulato un enorme ritardo nella spesa dei fondi strutturali dell’Unione Europea, si fa prendere in giro sui Fondi FAS dal Ministro Tremonti e non attiva l’Accordo di Programma per Gioia Tauro da 458 milioni di € fermo al palo da mesi.

Il Presidente Scopelliti forse non sa che se Gioia Tauro non ha mai avuto un retroporto è perché Contship è interessata solo al transhipment, ossia al trasferimento dei container da navi grandi a navi più piccole, e che la volontà di dare sviluppo al retroporto si è sempre scontrata con l’assenza di impegno da parte delle Ferrovie dello Stato e dell’Anas nel prolungare la linea ferroviaria e lo svincolo autostradale fino al Porto.

Quello che però tutti conosciamo da tempo, Scopelliti lo scopre solo ora e trasferisce su altri quelle che sono le sue responsabilità.

Chiediamo a Scopelliti se si è accorto che la Calabria è in emergenza rifiuti, che la disoccupazione aumenta, che il PIL regionale diminuisce, che l’emigrazione intellettuale è più grave che mai, che il credito langue, che la burocrazia soffoca le imprese, che la sanità non funziona.

Qualcuno svegli il Governatore e che non dica che non lo sapeva.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)