Privacy Policy politicamentecorretto.com - AL CGIE e ALL'AMBASCIATORE D'ITALIA ad ATENE :richiesta commissione ministeriale su operato Comites Grecia

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

AL CGIE e ALL'AMBASCIATORE D'ITALIA ad ATENE :richiesta commissione ministeriale su operato Comites Grecia

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Alla Segreteria del CGIE
All’Ambasciatore d’Italia ad Atene                                               

RACCOMANDATA A/R
e p.c.
Alla Comunita’ Italiana in Grecia
Alle agenzie di stampa estero
Oggetto:richiesta  commissione ministeriale su operato Comites Grecia.

 A seguito di  abusi  di ufficio denunciati  piu’ volte dai  consiglieri  Kassimatis e Casagrande nei loro riguardi non attinenti ai fatti svoltisi durante le assemblee e sul loro effettivo  stato giuridico ,e
considerando inoltre , che questo Comitato,come affermato sull’ultimo numero di EUREKA,avrebbe potuto  fare  uso illegale di deleghe
non consentite per legge alle assemblee,per 5 riunioni consecutive ,de facto e’ da considerare  decaduto e dovrebbe essere commissariato.
Angelo Saracini
Ex.Pres.Comites Grecia
Atene 21 giugno 2011
ps
Di seguito la mia risposta  legale e circostanziata alle asserzioni  del Comitato pubblicate su EUREKA-giugno 2011
Al Direttore di EUREKA
Con preghiera di pubblicazione
COME VOLEVASI DIMOSTRARE IL COMITES DI ATENE NON HA IDEA DELLA LEGGE CHE LO REGOLA E LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA!
Dopo ben 3 anni di attesa e di richieste da parte della Comunita’ italiana il Comites di Atene finalmente  spiega quello che ha fatto ….dalla primavera del 2009.(Eureka giugno 2011-Comites:il nostro Servizio)
Mette subito le mani davanti e spiega che e’ un gruppo apartitico (sic!)ricordando che lo spiegava nel suo programma (Insieme per il bene comune),contraddicendosi subito perche’ nella presentazione delle liste per le elezioni del rinnovo dei Comites,la legge prevede la presentazione di liste di parte, di cittadini italiani , con simboli e candidati.
Poi afferma che i consiglieri sono dei volontari,requisito non richiesto dalla legge  per candidarsi a consigliere… poiche’ si muovono in ambito strettamente istituzionale (sic!).
Ci spiega  poi, con precisione,dove si trova la sede e gli orari,ma non ci spiega se le sue attivita’ in territorio Greco,sono regolarizzate dalle normative dello Stato ospite,(come prevede la legge istitutiva dei Comitati all’estero).
Spiegando poi,che le deleghe, secondo statuto e regolamento  che hanno trovato  (sic!), fa’ un po’ di confusione seria,dicendo che sono  previste.Previste da chi?I Comites  sono organi istituzionali ed elettivi  grazie alle preferenze  della comunita’,e non funzionano come consigli di amministrazione,ma come rappresentanti di chi li ha votati e quindi,con diritti e doveri, con obbligo di espressione del voto alle assemblee.
Infatti c’e’ l’obbligo di presenza e il  conseguente decadimento dopo 3 assenze continue non giustificate da seri motivi.
Afferma poi  ,implicitamente,che le deleghe non sono state conteggiate nelle decisioni  sui bilanci (sic!) e per di piu’ e cosa piu’ grave…consegnate all’autorita’ consolare e vidimate dai revisori dei conti.
(Oltretutto risulta che alcuni consiglieri si sono lamentati dell’uso illegale delle deleghe,e ben 3 consiglieri si sono dimessi).
Poi passando alle pubblicazioni del Comitato,spiega confusamente dimostrando anche qui di non conoscere la legge,che i contributi non sono ministeriali,ma della Camera dei deputati (sic!).
Ma cosa piu’ illegale affermano che hanno incamerato (sic!) il contributo del precedente periodic o Identita’,redatto per 10 anni,perche’ apparteneva al Comites (giustissimo!),ma ,forse ,non hanno capito che  per questo doveva continuare ad essere stampato   fino al termine annuale dei  suoi contributi  concessi  dalla Presidenza del Consiglio ,che aveva ottenuto come testata Identita’ ,e non dalla Camera dei deputati,alla quale sembra essersi rivolto l’attuale Comitato per chiedere  un nuovo contributo del  periodico Insieme!
Ma possiamo stare tranquilli perche’ in una parte della lunga lettera si afferma:Assicuriamo che siamo nella piena legalita’,garantita sempre (sic!)dalla presenza e dal controllo accurato dell’Autorita’ competente…e il nostro operato non e’ affatto nascosto….

Angelo Saracini
Ex  pres.Comites Grecia
Atene  9 giugno 2011

Invia commento comment Commenti (0 inviato)