Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

PARCO APPIA ANTICA: CIOCCHETTI; RISORSA E FUTURO IMPORTANTE DEL NOSTRO TERRITORIO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

“Vedere università del mondo e  facoltà di architettura venire qui all’interno del Parco dell’Appia Antica, a ragionare e a parlare del futuro di quest’area storico archeologica così importante, credo sia un unicum nel mondo. Noi abbiamo grandi sistemi di parchi molto ben organizzati nel mondo a New York, a Londra, a Parigi a Berlino e in altre grandi capitali Europee, ma nessuno ha la complessità e la particolarità di questo. Il parco dell’Appia Antica è una risorsa fondamentale della nostra regione;  per questo è ora di  tutelarla  e valorizzarla seriamente.” - Lo dichiara il vicepresidente della Regione Lazio e assessore alle Politiche del Territorio e all’Urbanistica, Luciano Ciocchetti, intervenuto al convegno, workshop internazionale, “Il Parco e le Città: il territorio storico dell’Appia nel futuro dei Roma”.

Aggiunge Ciocchetti: “Noi dobbiamo mettere a sistema questa opportunità, credo che questo sia uno dei nodi importanti delle sviluppo di questa città e di questo territorio, quindi valuteremo con molta attenzione le proposte e i progetti che gli studenti produrranno nei giorni in cui saranno presenti qui a Roma”. “Insieme con tutte le istituzioni – conclude il vicepresidente - dovremmo portare a termine un percorso che prevede l’approvazione del piano d’assetto del Parco, che considera tutte quelle possibilità per farlo decollare dal punto di vista turistico, quindi la capacità da un alto di assicurare la piena tutela ma dall’altro di farlo diventare un momento di sviluppo, di riconoscimento e di identità, della storia del nostro territorio e di questa città”.


Invia commento comment Commenti (0 inviato)