Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Ringrazio i Consolati dell'America meridionale per il loro impegno"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Ringrazio i Consolati dell'America meridionale per il loro impegno"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

“Desidero esprimere soddisfazione e apprezzamento per il lavoro svolto dai nostri Consolati in America Latina in occasione di questa impegnativa tornata elettorale”. Così il senatore Edoardo Pollastri al termine della campagna elettorale ha voluto ringraziare gli uffici consolari del Sudamerica per l'efficienza dimostrata nel gestire un’operazione decisamente delicata ed irta di ostacoli.
“La capacità di organizzazione e la presenza assidua dei consoli e di tutto il personale sono risultate determinanti –ha aggiunto- per gestire al meglio tutte le operazioni di voto e per cercare di garantire la totale trasparenza, evitando irregolarità e disguidi, che purtroppo l'attuale sistema di voto all'estero può ingenerare. Un particolare ringraziamento va alla rete consolare in Brasile che si è dovuta confrontare con il grave problema dello sciopero del servizio postale”.
“Abbiamo avuto comunque ancora una volta la dimostrazione della necessità di una nuova legge per le modalità di voto degli italiani all’estero per dare finalmente maggiore trasparenza e sicurezza al voto stesso. In sede di Comitato per le Questioni degli Italiani all’Estero del Senato avevamo già allo studio un progetto di legge a riguardo a cui hanno contribuito tutti i partiti presenti. Tale progetto dovrà essere ripreso il prima possibile e soprattutto prima che gli italiani all’estero vengano nuovamente chiamati a votare”.

 

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)