Privacy Policy politicamentecorretto.com - Citta' meno vuote, gli ospedali reggeranno l'emergenza? Il caso scandaloso della "piazzetta" del Policlinico Umberto I

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Citta' meno vuote, gli ospedali reggeranno l'emergenza? Il caso scandaloso della "piazzetta" del Policlinico Umberto I

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice Radicale, Donatella Poretti, segretario della commissione Igiene e Sanita'

Abituati a vedere le citta' che si svuotano in agosto, i servizi pubblici si adeguano ad una popolazione ridotta garantendo al tempo stesso le ferie al personale. E' quanto accade anche per le strutture ospedaliere e per i pronto soccorso. Se l'esodo dalle citta' sara' ridotto, c'e' il rischio che i servizi d'emergenza si trovino in estrema difficolta'.
Ma a questa condizione particolare si deve aggiungere per la citta' di Roma la situazione d'emergenza del Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I.
A fronte di una media di 375 accessi quotidiani, la struttura e' a dir poco inadeguata, se non completamente fuori da ogni norma igienica e sanitaria.
Parlare in condizioni simili di diritto alla salute e' fuoriluogo, più adeguato sostenere la violazione dei diritti umani e della dignita' delle persone.
In un ambiente senza finestre con un soffitto molto basso su cui si affacciano delle stanze dei medici ricavate ricavate con dei separee' stazionano fino a 72 ore (3 giorni!) malati in promiscuita' indecente: uomini e donne su barelle una attaccata all'altra, dove si permette l'accesso ai familiari come soluzione -fuori da ogni regola del pronto soccorso- per far mangiare e nutrire i degenti a fronte di una carenza di personale medico e infermieristico cronico.
Se le condizioni dei malati appaiono inaccettabili, anche quelle di lavoro dei sanitari (per lo più precari) non garantiscono una gestione funzionale ed efficiente.
Sarebbe urgente un intervento della Regione Lazio che nella persona del presidente Polverini e' il Commissario ad acta per la realizzazione degli obiettivi di risanamento finanziario previsti dal piano di rientro dei disavanzi regionali nel settore sanitario.


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)