Privacy Policy politicamentecorretto.com - PERCHE' RIAPRIRE IL MINISTERO PER GLI ITALIANI NEL MONDO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

PERCHE' RIAPRIRE IL MINISTERO PER GLI ITALIANI NEL MONDO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

Nelle mie proposte elettorali ho ribadito piu' volte la necessita' di riaprire il Ministero per gli Italiani nel Mondo,ma completamente diverso e  soprattutto piu' esecutivo di quello ,che anche se aveva fatto un buon lavoro ,appartenuto a  Tremaglia.
Un ministero che abbia delle deleghe precise che riguardino tutte le problematiche degli italiani all'estero,che si conoscono benissimo,e che anche in campagna elettorale,praticamente tutti i candidati trasversalmente hanno proposto,compreso io.
Il ministero poi deve essere collegato direttamente ad una bicamerale composta da tutti i nostri 18 eletti all'estero,che sostituerebbe le commissioni esteri per gli italiani all'estero al Parlamento.
 
Alle dipendenze della bicamerale ci dovrebbe stare un CGIE,se non si vuole abolire,completamente rivisitato e diminuito nelle numerose cariche e varie commissioni.Al suo interno invece ,come ho gia' proposto,ci dovrebbero essere due commissioni permanenti,una per i giovani e una per le donne.
All'interrno di questa ristrutturazione e alla base piramidale gli importantissimi Comites ,espressione democratica degli italiani all'estero,ma con una nuova legge che li renda esecutivi sul terrritorio e non decorativi e consultivi a seconda delle voglie delle nostra rappresentanze diplomatiche.
Naturalmente per funzionare i Comitati hanno bisogno di riconoscimenti legali negli Stati ospiti,per evitare che i loro comportamenti vengano considerati illegali e pericolosi per tutti consiglieri,in primis il Presidente.
Naturalmente sono favorevole alla nomina di un Ministro per gli italiani nel mondo,scelto nella rosa dei nostri nuovi parlamentari eletti,e affiancato da un v.Ministro ,esperto di italiani nel mondo e di qualsiasi provenienza politica ,scelto dai due rami del Parlamento.
 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)

Altre notizie