Privacy Policy politicamentecorretto.com - Relazione legge 194: il ministero la presenta al Parlamento con 5 mesi di ritardo, con dati 2009 e a Camere chiuse!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Relazione legge 194: il ministero la presenta al Parlamento con 5 mesi di ritardo, con dati 2009 e a Camere chiuse!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice dei Radicali, Donatella Poretti, segretario commissione Igiene e Sanita'

I soliti complimenti al ministero della Salute che come ogni anno non riesce a presentare la relazione alla legge 194 nei tempi previsti dalla stessa legge, ossia febbraio.
Anche quest'anno e' riuscito nel capolavoro di presentare una relazione al Parlamento appena il Parlamento e' stato chiuso per la pausa estiva (4 agosto).
Senza conferenza o comunicato stampa per illustrarlo e spiegarlo. Una nota e la pubblicazione sul sito Internet e l'adempimento burocratico e' sistemato (http://www.salute.gov.it/dettaglio/dettaglioNews.jsp?id=1650&tipo=new)!

Un ritardo non giustificato dai dati sempre vecchi, ossia i definitivi del 2009 e i preliminari del 2010, e in alcune tabelle perfino del 2008 e 2007 (obiezione di coscienza). Mentre sull'aborto farmacologico, nonostante il terrore seminato si anticipa che i dati si avranno solo nel 2012!

Nel frattempo il fenomeno dell'obiezione di coscienza tra i medici sta diventando un problema organizzativo per Asl e direttori di Ospedali.
La percentuale dei ginecologi obiettori (dato 2009) rimane del 70,7% in Italia, con l’intero Sud dal Lazio in giù sull’80%, con l’unica eccezione della Sardegna, a testimoniare di come le politiche regionali continuino a premiare l’obiezione.
Ma non si capisce perche' i dati siano addirittura dell'anno 2008 per la Liguria e del 2007 per Abruzzo, Molise e Campania.


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it


Invia commento comment Commenti (0 inviato)