Privacy Policy politicamentecorretto.com - Evasione boss Pelle

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Evasione boss Pelle

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

La relazione predisposta dal Prefetto Basilone che ha portato, nel 2006, allo scioglimento per infiltrazione mafiosa dell’A.S.L. di Locri (R.C.) aveva evidenziato le numerose presenze, tra il personale sanitario  e parasanitario del P.O. della città, di parenti, alcuni anche stretti, di noti boss della ‘ndrangheta dell’area jonica reggina; così come la stessa relazione evidenziava rapporti con la criminalità organizzata attraverso convenzioni e servizi esterni.
Pur tuttavia, dopo lo scioglimento in questione, nessun provvedimento giudiziario o amministrativo è intervenuto per allontanare ed interrompere quei rapporti all’interno del P.O. di Locri.
Addirittura, inspiegabilmente, la Regione Calabria non ha provveduto, fino ad oggi, ad ottemperare in accordo con il Ministero dell’Interno al deliberato che prevedeva l’accorpamento dell’A.S.L. di Locri con l’A.S.P. di Reggio Calabria così come avvenuto per ogni singola provincia con le altre A.S.L. calabresi.
Appare, inoltre, di fronte a quanto sopra e in aggiunta ai numerosi omicidi che sono avvenuti nel P.O. di Locri, altrettanto grave la mancanza di controlli all’interno e all’esterno dello stesso.
E’, altresì, più che comprovato l’interesse che la ‘ndrangheta ha nel settore della sanità calabrese ed è pertanto, estremamente grave che da tale P.O. sia riuscito ad evadere, con un piano strategicamente predisposto, il boss della omonima cosca di San Luca Antonio Pelle.
L’evasione, sulle cui responsabilità mi auguro possa essere fatta chiarezza con celerità, dimostra come non siano in atto in Calabria i dovuti interventi utili a garantire l’espiazione della pena per tutti i boss della ‘ndrangheta e ci si adagi solamente, con troppa facilità, sugli esiti derivanti dalla cattura degli stessi criminali.

On. Angela NAPOLI
Componete Commissione Parlamentare Antimafia
Coordinatrice Regionale FLI Calabria

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)