Privacy Policy politicamentecorretto.com - La Lega Nord sarà il muro portante del Popolo della Libertà

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La Lega Nord sarà il muro portante del Popolo della Libertà

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Berlusconi va a Bellerio per discutere nella sede della Lega Nord del futuro governo. La scelta di Berlusconi di recarsi da Bossi, cosa che non succedeva dal 1994, conferma la posizione di assoluta importanza dei Leghisti nell’ambito del Pdl. Non una visita di piacere dunque, ma un contatto necessario ed indispensabile prima di dare alla stampa qualsiasi comunicazione inerente il prossimo governo. Berlusconi sa che dovrà fare i conti con Bossi ad ogni piè sospinto perché alla Lega le chiacchiere non importano nulla. E’ gente decisamente pratica, va subito al nocciolo.
Se Berlusconi ha compreso questo, allora sa che deve immediatamente mettere in cantiere il federalismo cui tendono i leghisti. Niente altro importa alla Lega Nord che non sia il federalismo perciò prima si fa e prima Berlusconi si sentirà libero, non svincolato si badi, di decidere il resto. Se questa analisi è giusta il primo consiglio dei ministri dovrà occuparsi delle ragioni e della richiesta delle richieste della Lega. Ironia della sorte sarà proprio Napoli, la capitale del sud, ad ospitare il programma di riforma dello Stato in senso federale.
D’altronde, questo era già nei programmi pre elettorali a seguito dei quali si è poi deciso di partecipare al partito unico con AN ma, a differenza di quest’ultimo, senza fondersi.
Inutile prevedere le ragioni di una convivenza che potrebbe divenire difficile. AN è sensibile ai valori che sono attinenti alla passione patriottica, all’affetto profondo per la bandiera, all’unità d’Italia tutti aspetti che per la Lega non sono rilevanti.
Come per il passato, Berlusconi dovrà faticare le classiche sette camicie per riuscire a tenere gli equilibri politici all’interno del Popolo della Libertà.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)