Privacy Policy politicamentecorretto.com - ALITALIA, LA SPERANZA DI MILIONI DI MALATI PER UN PUGNO DI POSTI DI LAVORO INUTILI?

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

ALITALIA, LA SPERANZA DI MILIONI DI MALATI PER UN PUGNO DI POSTI DI LAVORO INUTILI?

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Secondo quanto riferisce oggi alle agenzie di stampa il presidente di Telethon, Susanna Agnelli, i 300 milioni di euro che il Governo ha dato in prestito all'Alitalia in questi giorni sarebbero stati prelevati dai fondi per la ricerca scientifica.
Se la notizia trovasse conferma, e mi auguro che non sia cosi', sarebbe uno scandalo di proporzioni allarmanti. Per prolungare l'agonia di un'azienda morta e stramorta, si tolgono denari -gia' scarsissimi- a quelle risorse del Paese che la vita, quella dei malati, la possono salvare sul serio.  Apparentemente, per chi ha preso questa decisione, meglio un posto di lavoro infruttuoso piuttosto che una nuova cura.
Da subito presentero' una interrogazione al nuovo Governo, augurandomi di essere smentita. Se invece cio' fosse confermato, mi impegnero' da subito al Senato per far si' che quei soldi tornino alla scienza, con i relativi interessi.

Invia commento comment Commenti (4 inviato)

  • Inviato in data stefano, 07 Maggio, 2008 12:13:07
    Anche se non sono del suo stesso schieramento politico, la ringrazio per questa iniziativa che ritengo a dir poco civile. Ricordo pero\' che questo provvedimento e\' stato preso dall\'ancora attuale governo Prodi, cui il partito radicale ha dato sostegno sinora. Non e\' che e\' stata una bella iniziativa elettorale? Prodi ha dato, ma poi il goveno successivo ha tolto. Colpa della destra. Grazie Senatrice per quanto riuscira\' a fare, ma non era meglio farlo prima delle elezioni ???
  • Inviato in data caterina campani, 30 Aprile, 2008 15:29:18
    Grazie mille, Senatrice. Conforta sapere che qualcuno fa davvero il proprio lavoro e si indigna per le follie che qualcuno spera di far passare inosservate. Ci aggiorni.
  • Inviato in data Lark, 29 Aprile, 2008 19:56:05
    Speriamo che li abbiano tolti alla ricerca militare che sta combinando già troppi guai: nuove armi, sempre più sofisticate, inquinanti e dannose, sperimentazione per il controllo del clima a scopi militari e via discorrendo.
  • Inviato in data Carlo Guglieri, 29 Aprile, 2008 19:56:05
    In assenza di un sistema d’informazione corretto si può giudicare Alitalia dai soli fatti certi: è una “Compagnia di Bandiera” che produce solo perdite economiche e pratica una politica dei prezzi (rapporto prezzo/qualità servizio) fuori dal mercato. Il Popolo Italiano non può continuare a mantenerla né venderla in queste condizioni. Chi mai la comprerebbe allo stato attuale? Occorre prima risanarla, renderla competitiva sui mercati internazionali, farle produrre utili economici senza FALSIFICARE I BILANCI. Non sarebbe complicato se solo si potessero eliminare TUTTI I PARASSITI che, tramite anche di Alitalia, si nutrono del nostro sangue. È difficile fare ipotesi attendibili senza conoscere i fatti. L’unica cosa certa è che è sempre mancata e sempre mancherà la volontà politica di risolvere efficacemente i problemi. Perché, per fare ciò, bisogna interrompere quell’enorme flusso di denaro che SCOMPARE per foraggiare le Caste Interessate. Non mi meraviglia che i vari “potentati” distolgano fondi da altre destinazioni per mantenerla in vita. Che a sacrificarsi debba essere la ricerca, la sanità (o qualunque altra utile destinazione) non sarebbe un fatto NUOVO. D'altronde nelle situazioni di crisi nascono sempre gare di “solidarietà pelosa” che, più durano e più sono economicamente interessanti per QUALCUNO. ALLA FACCIA DI CHI PAGA IL CONTO. Tutto al contrario della saggezza popolare che recita: se dai un pesce ad una persona che ha fame l’avrai salvata per un giorno… se le insegni a pescare l’avrai sfamata per tutta la sua vita.