Privacy Policy politicamentecorretto.com - Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo - 28 e 29 ottobre - Regione Puglia - Italia

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo - 28 e 29 ottobre - Regione Puglia - Italia

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Convocato dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, il  28 e 29 ottobre, nelle città di Bari e Manfredonia, si riunirà il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo. Il Sudamerica sarà rappresentato da Nicolás Moretti (La Plata-Argentina); Nicolás Liuzzi (Córdoba-Argentina); Di Bisceglie (San Paolo-Brasile) y Vito Lazzaro (Caracas-Venezuela). Alla riunione parteciperanno i delegati dell’Australia, Stati Uniti, Sudafrica, Germania, Francia, Italia e Canadá, i quali parteciperanno alla convocazione realizzata da Nichi Vendola attraverso il Ministero dello Welfare Dott.ssa Elena Gentile ed il settore di Internazionalizzazione dello Sviluppo Economico, area Pugliesi nel Mondo, la cui funzionaria è la dott.ssa Giovanna Genchi. Sull’incontro il Prof. Nicolás Moretti  commenta: “è un buon momento ed opportuna la convocazione che fa il presidente Nichi Vendola per l’elezione dei 9 consiglieri generali che verranno eletti tra i 45 consiglieri mondiali. Una convocazione molto opportuna, in un momento di crisi che ci permette di ripensare azioni e impegni con i nostri territori dove i pugliesi ci troviamo. Un incontro che ci permetterà anche di riflettere e discutere idee che ci portino verso una rivalorazione più umana del legato emigratorio che portiamo, con azioni territoriali concrete insieme alle nostre famiglie e le regioni dove abitiamo. Senza dubbio dovremo lavorare per integrare vocazioni e talenti che beneficino il territorio a livello locale ed internazionale. Educare il cambio ed umanizzare il suo sviluppo con gli Enti Pubblici e Privati, Centri di formazione, Centri di Ricerca, Aziende, Cittadini, Camere, ONG ed enti finanziari” conclude Moretti. 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)