Privacy Policy politicamentecorretto.com - Raso al suolo uliveto di mille piante in provincia di Vibo

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Raso al suolo uliveto di mille piante in provincia di Vibo

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Gli onn. Laratta-Lo Moro-Oliverio: “Lo Stato deve reagire con determinazione o sarà sconfitto! Interrogazione urgente al governo”

La mano pesante della ndrangheta non si ferma mai. Nel vibonese raso al suolo un uliveto di 7 anni, formato da circa mille piante! L'on Laratta annuncia una visita sul posto per denunciare la gravità del gesto: “Criminali spietati e senza vergogna, colpiscono senza pietà. Lo Stato nel vibonese non c'è più”!
 
Laratta-Lo Moro- Oliverio: “L'uliveto, realizzato dall’imprenditore agricolo Pietro Lopreiato di San Gregorio d’Ippona, è stato fatto oggetto di un gravissimo atto intimidatorio avvenuto l’altra notte in località “Badioti” di Sant’Onofrio, uno dei centri a più alta densità mafiosa della provincia di Vibo Valentia, dove si segnalano da anni fatti di sangue e molti attentati. Muniti di più motoseghe, ignoti senza alcuno scrupolo, hanno “raso” al suolo l’uliveto di Lopreiato, che dava sostentamento economico ai ragazzi della cooperativa sociale Talità Kum , promossa dai parroci di Stefanaconi e San Nicola Da Crissa, don Salvatore Santaguida e don Domenico Muscari, due sacerdoti di frontiera della Diocesi di Mileto.
In passato in altri appezzamenti di terreno di proprietà di Lopreiato sono stati tagliati altre migliaia di piante.
L'atto è stato compiuto alla vigilia della visita a Vibo dell’on. Alfredo Mantovano, sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno, prevista per domani, venerdi. Vorremmo augurarci che non si tratti della solita parata, che lascia il tempo che trova. Ci aspettiamo invece dal sottosegretario agli Interni una risposta a quanto accaduto, insieme alla consapevolezza che il governo non ha più il polso della situazione in Calabria, mentre ampie fasce del territorio sono nelle mani dei clan mafiosi, nel vibonese in particolare. Alla ripresa dei lavori parlamentari presenteremo interrogazione urgente al Governo”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)