Privacy Policy politicamentecorretto.com - Garavini (PD) al Ministro degli Affari Esteri Terzi: “Fermare i tagli nelle politiche per gli italiani all’estero”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Garavini (PD) al Ministro degli Affari Esteri Terzi: “Fermare i tagli nelle politiche per gli italiani all’estero”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

“I tagli sono stati tali da compromettere la sopravvivenza delle politiche per gli italiani nel mondo. Questo vale sia per i corsi di lingua e cultura italiana, che per la rete consolare, che per le rappresentanze Comites e Cgie. Si deve urgentemente intervenire attraverso una nuova allocazione delle risorse che consenta di mettere fine ai tagli e alle chiusure. Altrimenti si determina la fine di ogni misura per gli italiani all’estero”. Questo il messaggio del breve intervento di Laura Garavini in Commissione Affari esteri, in occasione della presentazione da parte del Ministro Terzi del programma di Governo in materia di politica estera.

 

“Altrettanto prioritaria è la messa in sicurezza del voto”, ha proseguito la deputata eletta nella circoscrizione Europa. “Sussistono anche le condizioni politiche per giungere a una celere approvazione di una legge in materia. Solo poche settimane fa è stata approvata all’unanimità una mozione in merito. Ma il compito più complesso per il nuovo Ministro”, ha concluso Garavini, “sarà ridare nuovamente credibilità e autorevolezza al nostro Paese nel mondo”.

 

 

Invia commento comment Commenti (1 inviato)

  • Inviato in data rosario cambiano, 01 Dicembre, 2011 06:52:29
    "Con la cultura non si mangia." Di sicuro se noi siamo colti voi non mangiate.Avanti con i tagli per la Casta