Privacy Policy politicamentecorretto.com - MORTALITA' INFANTILE: MARCENARO (PD), "GRAVE DRASTICA RIDUZIONE AIUTO PUBBLICO ALLO SVILUPPO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

MORTALITA' INFANTILE: MARCENARO (PD), "GRAVE DRASTICA RIDUZIONE AIUTO PUBBLICO ALLO SVILUPPO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Senato della Repubblica
Ufficio Stampa
Gruppo Pd

 

Dichiarazione dott.sa Flavia Bustreo, vice direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e assistente del direttore generale Oms per la Famiglia e la Salute di donne e bambini  e del senatore del Pd Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato


"Nel mondo ogni anno 7.6 milioni di bambini muoiono prima dei cinque anni. 4 milioni muoiono prima del compimento del primo mese di vita. 350.000 sono le donne che perdono la vita per complicazioni legate alla gravidanza o  al parto. A questi dati si aggiungono 2.6 milioni di bambini nati morti". Sono questi alcuni dei dati illustrati dalla dott.sa Flavia Bustreo, vice direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e assistente del direttore generale Oms per la Famiglia e la Salute di donne e bambini in un'audizione presso la  Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei Diritti umani del Senato. Circa il 49% delle morti avviene in Africa e nel sud Est Asiatico. Più del 50% da India (25%), Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Pakistan, Cina ed Etiopia.  "Si tratta di morti evitabili, evitabili facilmente - ha proseguito Bustreo - Esse costituiscono violazioni della dignità umana almeno altrettanto gravi della privazione di libertà nei regimi totalitari".
"Di fronte a questi numeri - ha commentato Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato -  è più chiara la gravità della drastica riduzione dell'aiuto pubblico allo sviluppo e del venir meno da parte dell'Italia agli impegni assunti a livello internazionale."

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)