Privacy Policy politicamentecorretto.com - Una poesia per dire addio ai manicomi criminali e all'abbandono che hanno vissuto gli internati

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Una poesia per dire addio ai manicomi criminali e all'abbandono che hanno vissuto gli internati

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Intervento della senatrice Radicale Donatella Poretti

Il lavoro della commissione d'inchiesta iniziato a giugno 2010 ha visto ieri l'aula del Senato approvare la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari con un atto di civilta' e di dignita' della politica, parlamento e governo insieme, eccezion fatta per la lega nord che ha preferito la demagogia della paura del criminale assassino in liberta'.
La legge in realta' stabilisce un percorso di cura per chi accusato di un reato, condannato o prosciolto che sia, nella piena applicazione dei principi costituzionali del diritto alla salute e alla funzione rieducativa della pena, considerando altresi' la necessita' di salvaguardare la sicurezza della societa' laddove si prevede che, ove necessario, le strutture sanitarie abbiano anche una sorveglianza esterna.
Vorremo che la poesia che decidiamo di pubblicare di un ex internato di Barcellona Pozzo di Gotto sia solo un ricordo del passato, dell'abbandono del passato.

Anfora....

Chi potrà mai leggermi l’anima.

Chi saprà mai del mio dolore e della prigionia

nel fondo di un oceano.

Non sono che un’anfora nel fondo del mare,

costruita da un artigiano del tempo .

Ormai sbiaditi i miei colori,

il marmo e la creta, splendori d’ un tempo, corrosi!

Sono solo un ricordo di vecchie mani sane e prodighe d’ ingegno;

solo un ricordo, perso in un tempo che scorre lontano, ormai…

Un antico splendore, però, ricordo : di tutti, allorquando nacqui,

sorrisi, elogi, auspici!

Ma l’acque malsane mi sprofondarono nella più buia lontananza dal sole.

Fui abbandonata in mare come un’inutile anfora ed ivi giaccio

conscio di ciò che fui un tempo.

Vorrei riemergere dal fango, ma più nessuno,ormai, serba ricordo di me.

La memoria si fa breve, il sole scompare dietro oscure nubi ,

tutto nasce per perire: come , un po’ per volta, la mia speranza.

Un giorno fui una bella anfora per mano di quel bravo artigiano!

Se solo le profondità si dissolvessero, svanissero,

forse qualcuno mi riconoscerebbe e potrebbe, magari con cautela,

dissetarsi ancora beandosi dei sorrisi d’allora,

oggi perduti in un profondo Nulla!

Nunzio Rosania – Luca Livieri


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)