Privacy Policy politicamentecorretto.com - Chiuso contenzioso tra Italia e Germania su risarcimenti alle vittime dei nazisti

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Chiuso contenzioso tra Italia e Germania su risarcimenti alle vittime dei nazisti

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

Stragi naziste, Garavini (PD): “Sentenza Corte internazionale sia occasione per sviluppare insieme la memoria“

 

“La sentenza della Corte internazionale di Giustizia chiude il contenzioso tra l’Italia e la Germania sui risarcimenti alle vittime dei crimini nazisti. Questa deve essere un’occasione per rilanciare il massimo sforzo comune per coltivare la memoria e onorare le vittime di questi orrendi crimini”. Lo ha detto Laura Garavini, deputata Pd eletta nella circoscrizione Europa, da anni residente in Germania. La Corte internazionale di giustizia dell'Aja ha infatti accolto il ricorso della Germania contro l'Italia per ottenere il blocco delle indennità alle vittime dei crimini nazisti. Secondo la sentenza l'Italia ‘ha mancato di riconoscere a Berlino l'immunità prevista dal diritto internazionale’.

“Rimane aperta”, ha aggiunto Laura Garavini, “la questione di alcuni criminali nazisti che, pur essendo condannati definitivamente dai nostri tribunali, circolano ancora in libertà sul territorio tedesco. Su queste condanne, auspichiamo la piena collaborazione tra il Governo tedesco e quello italiano. Questo per soddisfare le legittime esigenze di giustizia delle nostre comunità e per onorare il vincolo di lealtà e cooperazione tra Stati Ue in materia di giustizia”.

 

Invia commento comment Commenti (3 inviato)

  • Inviato in data rosario cambiano, 06 Febbraio, 2012 20:38:14
    Perché subito dopo la guerra, Gheddafi non stava al potere.Dopo diventato il migliore cliente dell´Italia si voleva tenerlo buono.Ma poi due hanno deciso diversamente.
  • Inviato in data Carmine Gonnella , 06 Febbraio, 2012 17:03:08
    A questo punto qualcuno di voi deve spiegare agli italiani, come mai l' Italia ha risarcito la Libia di 5 miliardi con la costruzione di una autostrada e le vittime degli espatriati con la confisca dei loro beni non hanno ricevuto una lira?
  • Inviato in data rosario cambiano, 06 Febbraio, 2012 13:51:08
    Onorevola, lei lo sa bene che i crminali condannati non saranno mai dati all´Italia.La sentenza dell´AIA si riferisce alla responsabilitá tra gli Stati.In quei tempi si erano detti: ognuno si tiene e proprie stragi.