Privacy Policy politicamentecorretto.com - Stipulare la convenzione tra il Ministero degli Affari esteri e i Patronati

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Stipulare la convenzione tra il Ministero degli Affari esteri e i Patronati

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Garavini (PD): “Coinvolgere i Patronati per migliorare i servizi“

 

“La stipula della Convenzione tra il Ministero degli Esteri e i Patronati può facilitare l’accesso ai servizi per i connazionali all’estero e può, al contempo, supportare le strutture consolari, spesso in difficoltà a causa dei tagli al personale. La chiusura di numerosi Consolati e la riduzione delle risorse ha influito negativamente sulla qualità dell’assistenza ai cittadini, che ormai devono percorrere centinaia di chilometri per ottenere risposte ai propri problemi. I Patronati sono spesso logisticamente più vicini ai connazionali. E il loro supporto può alleggerire il carico di lavoro dell’amministrazione pubblica, con conseguenti accelerazioni nell’erogazione dei servizi”. Lo ha detto Laura Garavini, deputata del Partito Democratico eletta nella circoscrizione Europa, presentando un’interrogazione al Ministro degli Affari esteri,  insieme al collega Fabio Porta, eletto Pd nella Circoscrizione America Meridionale. “La possibilità di stipulare convenzioni con i Patronati è espressamente prevista dalla legge che disciplina i Patronati. Va siglato l’accordo in tempi celeri”, hanno aggiunto i parlamentari Pd. “Dopo anni di chiusura, il nuovo Governo ha dato segnali d’apertura sulle politiche per gli italiani nel mondo. La stipula della Convenzione con i Patronati all’estero, può rappresentare un netto miglioramento per la condizione dei connazionali”. 

Invia commento comment Commenti (6 inviato)

  • Inviato in data carmine, 12 Febbraio, 2012 17:42:06
    Rosa' i Patronati sono Istituti che garantiscono tutela e assistenza gratuita ai lavoratori e pensionato in Italia e all' Estero regolati dalle medesime normative legislativa
  • Inviato in data rosario cambiano, 12 Febbraio, 2012 14:17:45
    Beh pensavo che anche tu eri interessato a cio che succede all´estero visto che sei diventato un pioniere.Ma non era mia intenzione offenderti
  • Inviato in data Carmine Gonnella , 12 Febbraio, 2012 08:44:27
    Senti smettila di offendermi altrimenti la prossima che mi tiri indebitamente in ballo in qualcosa che non mi riguada non ti rispondo
  • Inviato in data rosario cambiano, 11 Febbraio, 2012 21:58:41
    Forse ho esagerato, non capisci neanche quello che io scrivo figuriamoci il resto.La signora si vede spesso a Berlino e dove ci sono le feste rionali.I servizi dati dai Patronati sono solo relativi a pratiche di Pensioni che vengono pagati alla sede centrale di Roma qualcosa , solo per la presentazione della domanda a 400 Euro.Tutte le altre lettere che seguono ,variano da un punteggio ad un altro.I punti si calcolono dopo in soldi.Gli altri servizi come quelli di riempimento della domanda di sussidio, non vengono pagati dal Ministero e di conseguenza hanno fatto una sorte di tesseramento a pagamento per riempire la domanda di sussidio che in genere in Germania si rinnova ogni 8 mesi e non all´inizio dell´anno ma verso la metá e quasi a fine hanno .In sostanza per tre domande ci vogliono tre abbonamenti.Ma visto che é intervenuta la Croce Rossa che provvede ad aiutare gratis chi ne ha di bisogno, hanno avuto un calo di clienti e anche i pensionati dsono diminuiti.Di conseguenza si cercano finanziatori per garantire la continuitá dei Patronati etc. etc.
  • Inviato in data Carmine Gonnella , 11 Febbraio, 2012 19:03:15
    PER QUANTO IO NE SAPPIA TUTTI I PATRONAI SONO FINANZIATI IN PARTE ANCHE DALLO STATO E I LORI SERVIZI SONO GRATUITI. Se in germania si fanno pagare ti consiglirei di notificarlo al M.A.E. In quanto alla Sig. Garavini non e' residente in G.B ma in Germania quando la vedi mela saluti.
  • Inviato in data rosario cambiano, 11 Febbraio, 2012 13:04:26
    Caro Carmine Gonnella da Londra, gli puoi chiedere per favore alla signora se i Patronati farebbero i servizi ???? gratis ?.Oppure si vuole dare del lavoro tanto per mantenere in vita la Casta.Io sarei propenso di stipulare delle convenzioni con gli Stati/Comuni di nostra residenza.IO mi sono pure stufato di leggere tante fesserie della signora che ultimamente gli é stato anche rinfacciato da una sua conoscente dell´Estero.Vedi che puoi fare puoi darsi che tra di voi vi capite meglio.