Privacy Policy politicamentecorretto.com - Anche in Paradiso si soffre

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Anche in Paradiso si soffre

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Uno legge e studia un'intera biblioteca di libri, studia e riflette su un fiume di parole, su oceani di parole, poi scrive libri che parlano di Dio e delle anime dei beati, e paragona queste a "luminose note musicali coscienti e felici di sé". Arriva una signora, e pone allo studioso una domandina da lei modestamente definita un po' ingenua: "Come fanno i beati ad essere felici e beati avendo coscienza dell'immenso male presente da sempre sulla terra?".  E lo studioso, che non aveva pensato alla sofferenza beata dei beati, resta spiazzato, e risponde così: "Se Dio, nella sua beatitudine, soffre nella carne dei sofferenti... lo stesso faranno i beati; se Dio non soffre, neppure vi sarà sofferenza per i beati... Personalmente propendo per la prima ipotesi, che Dio soffra (perché il suo essere è intrecciato con il farsi del mondo) e che quindi lo facciano anche i beati, di quella sofferenza particolare però che non ha nulla a che fare con la disperazione ma più con la passione, il pathos, il lavoro creativo". Ovviamente la signora replica e lo prende garbatamente in giro (vedi L'Espresso.it del 13 febbraio). E ha ragione. Il teologo vuole dare una spiegazione a tutto, e finisce per affermare che in Paradiso non c'è perfetta beatitudine.

 

Elisa Merlo

Invia commento comment Commenti (0 inviato)