Privacy Policy politicamentecorretto.com - Intervista alla Prof.ssa. ANNA GRECO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Intervista alla Prof.ssa. ANNA GRECO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

 

 

 

Alberto Calle ha intervistato  la dirigente scolastica dell'Ambasciata d'Italia a Lima Prof.ssa Anna Grazia Greco, per parlare del lavoro che svolge la Prof.ssa Anna Greco.
 
Durante l'intervista, la Prof.ssa Anna Greco a risposto alle seguenti domande:
 
1) Cosa ci può dire della sua esperienza con le nostre scuole Italiane all'estero?
 
In Perù, abbiamo una sola scuola riconosciuta dal Governo Italiano, la scuola italiana paritaria  Antonio Raimondi che offre un servizio dall'infanzia al liceo scientifico e linguistico per oltre 1000 studenti, il target sociale delle famiglie è tendenzialmente medio alto, la scuola è in linea con le altre scuole Italiane dell'America Latina.
 
2) Possono frequentare la scuola le persone con disabilità?
 
Al momento non ci sono persone che frequentano che siano in situazione di disabilità.
 
3) Se ci fossero Connazionali con problemi di disabilità, la scuola potrebbe accettare l'ingresso?
 
Essendo una scuola Italiana paritaria deve seguire le disposizioni Italiane, per cui deve garantire l'istruzione come prevede la legge.
 
4) Ho visto che si diplomano solo circa una trentina di studenti. E' obbligatorio per gli studenti finire il ciclo accademico?
 
E' una scuola biculturale, pertanto, al termino del 3 anno di  liceo si ha la conclusione del percorso peruviano, per cui molti studenti desiderano non proseguire il percorso con l’ ultimo anno del liceo, quindi non concludono il percorso Italiano e questo determina il basso numero di diplomati liceali della Raimondi.  Chiaramente auspico che gli studenti decidano di proseguire con il quarto liceo e concludere il percorso Italiano e valutino anche i benefici che questa decisione può portare, per esempio avere due titoli di studio, agevolazioni delle  iscrizione alle università,…
 
4) Esistono, in Perù, scuole dove si studia la nostra lingua?
 
Ci sono scuole come Santa Margherita del Callao , che insegnano l'Italiano come seconda lingua. La Santa Margherita  è una scuola che tiene molto alle radici Italiane per cui pianifica oltre alle lezioni anche iniziative e eventi italiani. Oltre alla scuola Santa Margherita, vi è anche la scuola Dante Alighieri in Lima e la Scuola “San Benito da Palermo” di Arequipa, nonchè  I’ Istituto Culturale Italo-Peruviano di Arequipa, dove si insegna la lingua Italiana.
5) Lei ha svolto un buon lavoro in Venezuela, è vero che in Venezuela la nostra lingua è la seconda lingua insegnata nelle scuole?
 
Sì, c'è una risoluzione di legge per cui un consistente numero di scuole hanno l'Italiano nel curriculum, questo comporta anche un avvicinamento agli usi e costumi  italiani in generale e determina un interesse verso la cultura, che è  molto apprezzata.
 
Alla fine dell'intervista, Alberto Calle ha ringraziato la prof.ssa Anna Greco per il lavoro svolto durante la sua missione in Venezuela e per il delicato lavoro  che sta svolgendo in favore degli interessi dei giovani  del nostro Paese (l'Italia).

Invia commento comment Commenti (0 inviato)