Privacy Policy politicamentecorretto.com - “passata la bufera”,

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“passata la bufera”,

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Quando alcuni di noi hanno lasciato il PDL per fondare FUTURO e LIBERTA’, lo hanno fatto perché non condividevano più le scelte politiche di quello che, in quel momento, rappresentava il più grande Partito di centro – destra italiano, con la chiara sensazione che proprio quelle politiche stavano portando l’Italia sull’orlo del “baratro”.

Quelle nostre scelte sono state calate in periferia e sulla scorta delle stesse siamo riusciti a costituire il nuovo Movimento organizzato in ogni Regione d’Italia, anche in Calabria, dove le adesioni ci sono state proprio in funzione di una distanza dal PDL regionale, le cui scelte politiche non erano riuscite a mostrare quello “scatto di reni” necessario a creare sviluppo, economia e futuro per i giovani.

Chi ha aderito a Futuro e Libertà anche in Calabria ha da sùbito preso le distanze dal PDL ed anche dalle Amministrazioni rette da esponenti dello stesso Partito.

Nell’Amministrazione provinciale di Crotone,  avendo un proprio rappresentante, il FLI aveva preferito continuare la stessa esperienza, fino a quando il Presidente dell’Ente provinciale, per ridare un’immagine innovativa, considerato il coinvolgimento in inchiesta giudiziaria di un assessore, ha preferito revocare tutta la Giunta e sostituirla con uomini definiti “tecnici”.

Oggi, “passata la bufera”, il Presidente dell’Amministrazione provinciale ha riaffidato l’incarico di assessore, anche se con deleghe diverse dalle precedenti, al coordinatore provinciale FLI, Salvatore Cosimo.

Il coordinatore provinciale ha accettato l’incarico, sentito il parere favorevole della maggioranza del suo coordinamento provinciale, ma sicuramente non con il mio consenso.

Per quanto mi riguarda, quindi, da coordinatrice regionale FLI Calabria, prendo ufficialmente le distanze da questa scelta, che ritengo fatta all’insegna della non coerenza ed in discordanza dalle scelte del FLI nazionale e regionale, ben distanti dal PDL.

Non sarà, per quanto mi riguarda, la presenza di Salvatore Cosimo nella Giunta provinciale di Crotone, a farmi assumere iniziative diverse da quelle che vedono il FLI nazionale e regionale in opposizione rispetto alle amministrazioni rette dal PDL.

                                                     On. Angela Napoli
                                       Coordinatrice Regionale FLI Calabria

Roma, 16 maggio 2012 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)