Privacy Policy politicamentecorretto.com - Terremoto, subito un tavolo istituzionale e un piano straordinario per la ricostruzione‏

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Terremoto, subito un tavolo istituzionale e un piano straordinario per la ricostruzione‏

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


 Il terribile terremoto di domenica ha inferto un colpo tremendo alla comunità dell'Emilia-Romagna, di Modena e Ferrara in particolare: migliaia di persone sfollate, la perdita di sette vite e tanti feriti; una parte preziosa del patrimonio storico e architettonico distrutta, un'altra gravemente lesionata; danni ingenti agli edifici pubblici e privati, alle case e alle fabbriche del territorio. È questo il primo bilancio dopo il sisma. La reazione immediata delle istituzioni e della protezione civile, insieme alla fortissima solidarietà della cittadinanza, sono la positiva risposta che è venuta a questa sciagura.

La struttura organizzativa del PD dell’Emilia Romagna si è messa a completa disposizione delle istituzioni e degli amministratori. La parola d'ordine in questo momento è massima solidarietà e disponibilità, in un quadro di forte coordinamento. Allo scopo di organizzare una solidarietà efficace e capillare il PD dell'Emilia-Romagna, d'intesa con il partito nazionale e con le Unioni provinciali di Modena e Ferrara, ha aperto il conto corrente su cui è possibile da subito fare versamenti.


IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494, presso UNIPOL BANCA


Intestato “EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA -Partito Democratico Emilia-Romagna”


Causale “Emergenza terremoto”

 

 

I fondi raccolti saranno messi integralmente a disposizione delle istituzioni locali maggiormente colpite dal sisma.

Il Pd ha chiesto un tavolo istituzionale e piano straordinario per il rilancio delle aree colpite e vigilerà affinché lo sblocco dei vincoli del patto di stabilità, la sospensione dei pagamenti fiscali e contributivi e l'applicazione di ammortizzatori sociali straordinari per i cittadini e le imprese colpiti dal terremoto, siano promulgati al più presto.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)