Privacy Policy politicamentecorretto.com - Anticorruzione, Garavini (Pd): “Importanti passi avanti nel contrasto alla corruzione ”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Anticorruzione, Garavini (Pd): “Importanti passi avanti nel contrasto alla corruzione ”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

“Abbiamo lavorato per dare all’Italia nuove armi contro la corruzione. Quando era al Governo, la destra è stata capace solo di falsi annunci. Ha cercato in tutti i modi di proteggere il malaffare e d’impedire l’approvazione di una legge seria contro la corruzione. Adesso alla Camera abbiamo vinto la partita.” Lo dice Laura Garavini, capogruppo del Partito Democratico nella Commissione parlamentare Antimafia, mentre la Camera dei Deputati, con tre voti di fiducia, sta approvando la legge contro la corruzione, che va a recepire le due proposte di legge della deputata in materia.

“Buona parte degli strumenti anticorruzione contenuti nelle mie proposte di legge sono stati approvati. Abbiamo introdotto il reato di ‘traffico d’influenze illecite’ e di ‘corruzione in affari privati’”, spiega la deputata PD. “Abbiamo inasprito le pene per i reati più gravi contro la pubblica amministrazione e abbiamo fatto un passo avanti anche per impedire che i condannati entrino in Parlamento”.

“Resta ancora parecchio da fare, ad esempio l’introduzione del reato di autoriciclaggio e del voto di scambio per altre utilità. Ma l’Italia si è finalmente adeguata agli standard più avanzati contro la corruzione”, conclude Garavini. “Ora auspichiamo che il Senato approvi definitivamente la legge in tempi brevi, così saremo un paese più forte e più credibile”.

Roma, 13 giugno 2012

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)