Privacy Policy politicamentecorretto.com - FARMACI CONTRO L’INFERTILITA'. INFORMAZIONE CORRETTA SULLE AVVERTENZE

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

FARMACI CONTRO L’INFERTILITA'. INFORMAZIONE CORRETTA SULLE AVVERTENZE

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

INTERROGAZIONE SUL MEROPUR

 

Intervento della Senatrice Donatella Poretti, parlamentare Radicale - Partito Democratico, e di Filomena Gallo, Presidente dell'Associazione Amica Cicogna e Vice Segretario Associazione Coscioni

Alcune associazioni di pazienti si sono rivolte all'Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) chiedendo la giusta informazione nelle avvertenze di un farmaco per i trattamenti di fecondazione assistita. I farmaci di derivazione umana presentano il rischio di contrarre patologie virali come il morbo di Creutzfeldt-Jacob (variante umana della mucca pazza) e i consumatori e' bene che ne siano informati. In caso contrario occorre sospenderli dalla vendita fino all'adeguamento delle informazioni sulle avvertenze.
Queste carenze di informazione sono state rilevate sulle avvertenze del farmaco Meropur della Ferring, una specialita' farmaceutica a base di gonadotropina corionica ottenuta da urine.

Associazioni come "Amica Cicogna", "Cerco un bimbo", "Un bambino.it" e "L'altra cicogna", lo scorso luglio hanno sollevato la questione presso l'Aifa, poichè tali avvertenze inserite l’anno precedente nel foglio illustrativo di tutti i farmaci “gonadotropine da urinari”, non risultavano inserite nel Meropur. L'AIFA specifico' di aver fatto quanto possibile per il completamento delle informazioni, ma trattandosi di un medicinale ammesso in Italia attraverso la procedura di mutuo riconoscimento con la Danimarca, il Paese produttore, non può operare modifiche in maniera
autonoma.

In questo senso ho presentato, col sen. Marco Perduca, un'interrogazione al Ministro del Lavoro, Salute e Politiche sociali, chiedendo anche la pubblicazione da parte del Ministero di un avviso sulla Gazzetta Ufficiale, sotto forma di Raccomandazione agli operatori e specialisti, relativo ai rischi correlati alla prescrizione e all'uso di farmaci di derivazione umana. 

Qui il testo dell'interrogazione:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=63

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)