Privacy Policy politicamentecorretto.com - Maglia nera alla Calabria per il mare inquinato; on Laratta: " Ma la Regione Calabria non prova un minimo di vergogna? A quando un assessore regionale al turismo? A quando una conferenza regionale con le associazioni del settore e gli enti l‏

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Maglia nera alla Calabria per il mare inquinato; on Laratta: " Ma la Regione Calabria non prova un minimo di vergogna? A quando un assessore regionale al turismo? A quando una conferenza regionale con le associazioni del settore e gli enti l‏

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Maglia nera alla Calabria per il mare inquinato; on Laratta: " Ma laRegione Calabria non prova un minimo di vergogna? A quando unassessore regionale al turismo? A quando una conferenza regionale conle associazioni del settore e gli enti locali?" Sentirsi dire che la Calabria ha conquistato la maglia nera per ilmare inquinato (fonte Goletta Verde di Legambiente) e che pertanto laCalabria ha il mare più inquinato d'Italia, ci offende profondamente.E getta al vento ogni speranza di rilanciare il settore turistico cheormai da anni soffre e vede scendere sempre di più le presenze estive.La Regione Calabria, che conosce questi dati e sa che negli ultimianni il turismo soffre sempre di più, invece di reagire e diintervenire con determinazione, fa finta di nulla, anzi è capitato cheabbia perfino gioito per le presenze statistiche positive (?), cosache ha tanto il sapore di una bufala o quanto meno di una letturafantasiosa dei dati. Scopelliti, che è anche assessore al Turismo (delega che farebbe benea lasciare subito, visti i fallimenti), oltre che alla Sanità e ad unadecina di altre materie, non può ignorare quanto sta accadendo in unsettore strategico della nostra economia. Reagisca subito, convochiuna conferenza regionale sul turismo con gli attori veri e iprotagonisti veri sul campo, senza fare le solite passerelle che nonservono a niente e a nessuno. La situazione è grave: ma la RegioneCalabria deve reagire, deve investire nel settore, deve darsi unapolitica del turismo, deve dotarsi di strutture adeguate e deve darsiun coordinamento del settore. Oggi tutto è lasciato al caso, manca unaessenziale visione politica e strategica del turismo in Calabria

Invia commento comment Commenti (0 inviato)