Privacy Policy politicamentecorretto.com - “Palio della Mezzaluna 2012” di Massafra. Sabato Convegno Nazionale di Studi sulle “Città del Palio” e consegna “Palio d’Argento”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

“Palio della Mezzaluna 2012” di Massafra. Sabato Convegno Nazionale di Studi sulle “Città del Palio” e consegna “Palio d’Argento”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 


“Palio della Mezzaluna 2012” di Massafra. Sabato Convegno Nazionale di Studi sulle “Città del Palio” e consegna “Palio d’Argento”

 

 Secondo appuntamento sabato 8 settembre (ore 19), presso Piazza d’Armi del Castello Medievale di Massafra, con il “Palio della Mezzaluna 2012”, giunto alla sua sesta edizione. E’ stato riportato alla luce nel settembre 2007 dall’Associazione Culturale “MassafraNostra”, presieduta dal cav. Vincenzo Bommino, e dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Martino Tamburrano. Le precedenti edizioni hanno riscosso interesse e partecipazione da parte dell’intera cittadinanza della Tebaide d’Italia e dei numerosi turisti. Dopo Siena, L’Aquila, Arezzo e Barletta, sabato sera lo scambio culturale e solidale sarà con il Palio di Torremaggiore in provincia di Foggia. Dopo l’introduzione del prof. Cosimo Damiano Fonseca, Accademico dei Lincei, relazionerà il dott. Ciro Panzone, Presidente del Centro Attività Culturali dell’Associazione “Don Tommaso Leccisotti”, organizzatrice del Palio di Torremaggiore, nel cui territorio si trova Castelfiorentino, ove morì Federico II. Seguirà la cerimonia di consegna del premio “Il Palio d’Argento” che verrà assegnato a personalità operanti sul territorio ionico e distintesi per la promozione della città in ambito culturale, imprenditoriale, sportivo e sociale. Concluderà i lavori S. E. Mons. Pietro Maria Fragnelli, vescovo di Castellaneta.

Il primo appuntamento si è svolto il 4 settembre nell’Auditorium “San Paolo” della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù ed è stato dedicato a Federico II con una relazione del prof. Cosimo Damiano Fonseca e con la proiezione di un lungometraggio “Viaggio intorno a Federico II (insieme documentario-inchiesta e fiction), realizzato nel 1996 a cura del Comitato Nazionale delle Celebrazioni dell’VIII Centenario della nascita di Federico II. Cortometraggio che ha presentato una efficace e suggestiva sintesi della complessa vicenda umana e politica di Federico II, un grande protagonista della storia italiana ed europea del XIII secolo. Tutto il Palio, comunque, quest’anno sarà incentrato proprio su questo personaggio come evidenziato al pubblico, nella sua stupenda relazione, dal grande studioso prof. Cosimo Damiano Fonseca (Accademico dei Lincei e già vice Presidente del Comitato Nazionale Federiciano).

In apertura della serata il prof. Fonseca ha evidenziato che il palio avrà quest’anno proprio un’impronta federiciana e la conferenza al Convegno di sabato sera, sarà proprio sugli scavi archeologici di Castelfiorentino. Il prof. Fonseca, meravigliando tutti, ha sottolineato un fatto che nella storia di Massafra non era mai comparso: Federico II è passato da Massafra (anche se da morto) nel dicembre 1250 mentre da Castelfiorentino veniva avviato verso Taranto, da dove venne imbarcato verso la Sicilia.

Centralità federiciana del Palio anche perché quest’anno (ha aggiunto il prof. Fonseca) ricorre l’VIII Centenario dell’incoronazione di Federico II come re di Germania.  Federico aveva cinque corone: quella di re di Germania, re dei romani, re di Sicilia, re di Gerusalemme e re di Arles.

In apertura di serata sono intervenuti il cav. Vincenzo Bommino, presidente dell’Associazione culturale “MassafraNostra”, e il sindaco dott. Martino Carmelo Tamburrano.

Il cav. Bommino ha subito voluto evidenziare il momento propedeutico dell’inaugurazione del Palio ed ha ringraziato il prof. Fonseca, il sindaco, l’assessore Cerbino, il prof. Nicola Andreace (anche quest’anno autore del manifesto e del “Palio” (drappo che verrà consegnato al rione vincitore). Parole di elogio in particolare per le parrocchie e per i collaboratori-sponsor.

Per il sindaco dott. Tamburrano, il Palio è entrato tra le manifestazioni importanti della città ed ha raggiunto una fruizione non solo locale e regionale, ma anche nazionale. E questo grazie all’Associazione “MassafraNostra” ed a tutti quegli imprenditori che hanno capito che attraverso questa manifestazione si arricchisce e cresce tutta la città. “Si sta motivando in particolare l’entusiasmo dei giovani (ha fra l’altro detto) per inculcare conoscenza e amore verso l’identità della nostra storia, verso la cultura e le tradizioni schiette e genuine con obbiettivo il recupero della memoria collettiva”.

Nell’elogiare l’opera di uno dei maggiori esperti su Federico II, il grande studioso prof. Fonseca (con il quale intrattiene contatti giornalieri, chiedendo e ricevendo consigli nel continuo impegno a favore della città) ha evidenziato che man mano che passano i giorni, i mesi e gli anni è sempre più orgoglioso di  essere cittadino di Massafra.

L’assessore alla Cultura e all’Associazionismo Antonio Cerbino, con il quale ci siamo intrattenuti (presente anche l’assessore al Personale avv. Fuggiano)  ha in particolare evidenziato il lavoro dell’Associazione “MassafraNostra” per l’organizzazione del Palio. Associazione che è riuscita quest’anno, in particolare,  a creare una importante sinergia, in un momento di crisi, tra l’Amministrazione Comunale e il GAL– Luoghi del Mito.

Ottima coordinatrice della serata è stata Tiziana Gentile.

Il terzo, appuntamento sarà il 14 settembre con le “Olimpiadi in Palio”, giochi a punti fra gli atleti dei sei rioni della città, che rappresentano un’occasione di aggregazione fra le comunità parrocchiali e di socializzazione per i ragazzi. Anche quest’anno, quindi, grande festa con l’ “One Game Day”, per un’unica giornata interamente dedicata ai giochi. Inizio alle ore 19.00, presso la Parrocchia S. Leopoldo.

Il quarto appuntamento domenica 16 settembre (ore 20) presso il campo B dello Stadio Italia, con l’attesissima Giostra dei Cavalieri, l’avvincente disfida fra cavalieri dei sei rioni. Ne parleremo nel prossimo numero. L’esito della sfida, combinato con la classifica delle “Olimpiadi in Palio”, decreterà il rione vincitore - fra Pappacoda (detentori del Palio), SS. Medici, Santa Caterina, Imperiali, San Marco e Gesù Bambino - che avrà l’onore di sfilare accanto al Carroccio, simbolo del Comune, durante il corteo storico celebrativo.

Domenica 23 settembre avrà luogo la giornata più importante della celebrazione del Palio della Mezzaluna. In mattinata (ore 11,00) spettacolo degli sbandieratori di Oria in piazza V. Emanuele. Seguirà la cerimonia della lettura del Bando da parte dell’Araldo (ore 12,00) in piazza Garibaldi. Nel pomeriggio, dalle ore 19,00, grande corteo storico, a cui prenderanno parte circa 200 personaggi fra figuranti, sbandieratori e cavalieri in rappresentanza dei sei Rioni di Massafra, che sfileranno in abiti d’epoca lungo le vie principali della città. Subito dopo l’entusiasmante corsa del palio, che sancirà il rione vincitore del Palio a cui andrà il vessillo 2012, come da tradizione realizzato dal noto designer massafrese Nicola Andreace.

Le manifestazioni celebrative si concluderanno domenica 7 ottobre con la cerimonia di consegna del Palio nella chiesa del Rione vincitore.

Per informazioni rivolgersi  alla segreteria dell’Associazione “MassafraNostra” – Piazza Garibaldi – T4016 Massafra/TA – Tel. 3687796247 – E-mail: info@paliodellamezzaluna.it

Nella foto (da sx) il sindaco dott. Martino Carmelo Tamburrano e il prof. Cosimo Damiano Fonseca all’inaugurazione del “Palio della Mezzaluna 2012”.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)