Privacy Policy politicamentecorretto.com - Comunicato stampa

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Comunicato stampa

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Rebuzzi (FI): "Napolitano è davvero imparziale?"

"Il Presidente non riesce a mantenersi imparziale nel giudizio sulle posizioni politicamente scorrette della maggioranza"
 
 
"Il comportamento del Capo dello Stato per quanto riguarda la sostituzione del consigliere Rai Petroni, fa riflettere, almeno chi è ancora capace di autonomia di pensiero: è certamente un esempio di alta diplomazia, di cui il Quirinale fa ampio sfoggio solo quando si tratta di proteggere la sinistra. Certo, è vero che su decisioni  del governo, il Presidente della Repubblica farebbe bene a non intromettersi: tuttavia, Napolitano è intervenuto in passato su tante questioni aperte, che ha stigmatizzato puntualmente." Così Antonella Rebuzzi, senatrice di Forza Italia eletta in Europa, commenta la decisione del Presidente Napolitano di non intervenire sul dibattito Rai.
 
"Purtroppo - continua - il nostro caro Presidente, che peraltro consideriamo persona degna di stima, non riesce a mantenersi imparziale nel giudizio sulle posizioni politicamente scorrette della maggioranza: quando c'è da dare appoggio o da chiudere un occhio sui comportamenti dei suoi amici rossi, è sempre pronto a farlo. Come nel caso dell'intervento molto blando seguito alle fanatiche e pericolose affermazioni del deputato Caruso, che aveva chiamato "assassini"  Biagi e Treu. Molto più blando di quando decise di richiamare all'ordine Bossi, tacciando le sue come "gravissime affermazioni" e inviando comunicati a mezzo mondo."
 
"Il richiamo di Napolitano - secondo la senatrice azzurra - si sente solo se a sbagliare sono gli altri, gli estranei alla famiglia, alla cerchia degli amici. Come ogni buon padre - spiega - tende a proteggere i suoi e a indignarsi dei comportamenti altrui: ma è questo - si chiede in conclusione l'esponente forzista - il ruolo equidistante che la Costituzione attribuisce alla prima carica dello Stato? Così si rappresenta l'intera nazione? O così si alimentano piuttosto insofferenza e sfiducia nel Paese?".
 
 
Ufficio Stampa Sen.Antonella Rebuzzi
senatrice@italiachiamaitalia.com
 
 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)