Privacy Policy politicamentecorretto.com - A Catanzaro il presidio ad oltranza dei precari del settore Sanita. Presenti Laratta, Guccione e Aiello‏

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

A Catanzaro il presidio ad oltranza dei precari del settore Sanita. Presenti Laratta, Guccione e Aiello‏

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

È' in corso da stamane a Catanzaro, presso il Dipartimento dell'Assessorato Regionale alla Salute, il presidio dei precari dellestrutture ospedaliere calabresi, molti dei quali non sono ancora staticonfermati. A sostenere la protesta ci sono i consiglieri regionaliCarlo Guccione e Ferdinando Aiello e il deputato Franco Laratta. Dastamane sono in corso colloqui con il direttore generale Orlando e glialtri dirigenti del settore. Contatti diretti anche con la strutturadel Commissario Scopelliti. In tarda mattinata si è svolta una tesariunione dei precari che chiedono la riconferma del contratto el'avvio al lavoro. Laratta, Guccione e Aiello hanno fortementesostenuto che sono ormai a rischio diverse strutture ospedaliere, trale quali quelle di Cosenza, Castrovillari, Acri, San Giovanni inFiore, le quali senza il lavoro dei precari, rischiano la chiusura diinteri reparti. Tra i precari ve ne sono molti in servizio da oltredieci anni. Il Dipartimento ha garantito la massima celerità neltentativo di risolvere il problema che si trascina da troppi giorni.Entro domani i Direttori delle Asp calabresi saranno sentiti dalDipartimento regionale. I precari hanno ricevuto il sostegno deisindacati calabresi presenti al presidio. Laratta , Guccione e Aiello hanno comunicato che resteranno a fiancodei precari ad oltranza a Catanzaro. Gli stessi sono costantemente acontatto con il Direttore Generale Salvatore Orlando, al fine ditrovare una soluzione definitiva al precariato delle struttureospedaliere calabresi: "non bastano più le semplici proroghe , servonosoluzioni definitive. Diversamente gli ospedali calabresi rischiano ilcollasso".

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)