Privacy Policy politicamentecorretto.com - On Franco Laratta: “Regione Calabria ha fallito su trasporti, sanità e forestazione. Lo ammetta e cerchi una via d’uscita. La Calabria rischia di esplodere”!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

On Franco Laratta: “Regione Calabria ha fallito su trasporti, sanità e forestazione. Lo ammetta e cerchi una via d’uscita. La Calabria rischia di esplodere”!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


Nel corso di un incontro stamane a Cosenza, l’on Franco Laratta è intervenuto a proposito dell’emergenza trasporti in Calabria. “Siamo ormai in piena emergenza. La Regione ha lasciato senza un cent le casse di Ferrovie della Calabria.  E così sono senza stipendi da quattro mesi i dipendenti, mancano i soldi per il carburante e per tutte le restanti spese ordinarie.  La Regione, rimasta senza liquidità, non versa alla società delle Ferrovie della Calabria il dovuto: almeno 15 milioni di euro.  E così l’azienda è paralizzata, e lascia a piedi i viaggiatori e gli studenti prima di tutto, perché i pullman non posso viaggiare. La Regione, inoltre, non ha ancora chiuso con la Stato le altre partite finanziare rimaste aperte da anni. Il ministero dovrebbe trasferire circa 20 milioni di euro, somme dovute dagli anni trascorsi. Ma ancora l’intesa Stato-Regione non c’è.
Stesso discorso per i precari della Sanità: anche in questo caso la Regione Calabria naviga nel buio, non sapendo come chiudere una vicenda complessa, che penalizza in modo particolare la provincia di Cosenza.  Ma senza precari si mandano gli ospedali nel caos più assoluto. Ci si chiede come sia possibile essere arrivati a queste condizioni, e quali siano le vie d’uscita.
E infine la vicenda dei forestali, da mesi in attesa di stipendio, con il loro futuro a rischio, mentre la regione non sa valorizzare le professionalità che si sono formate negli anni, per  impegnarle nella difesa del suolo, per la manutenzione del bosco, per la tutela dell’ambiente.
La regione Calabria appare sempre più paralizzata, con interi settori del tutto incapaci di utilizzare le risorse a loro disposizione, con una gestione mediocre, se non fallimentare, dei comparti più delicati.
Sarebbe il caso che il presidente Scopelliti riconosca le condizioni di profondo immobilismo che caratterizza la sua attività e quelle di una giunta assai modesta e lacerata al suo interno.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)