Privacy Policy politicamentecorretto.com - Caso Ceravolo. Il testo dell'interrogazione urgente dell'on. Franco Laratta al ministro Cancellieri

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Caso Ceravolo. Il testo dell'interrogazione urgente dell'on. Franco Laratta al ministro Cancellieri

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

"Il territorio della provincia di Vibo Valentia è aggredito dallamalavita e dalla criminalità organizzata. La morte del giovane FilippoCeravolo è una tragedia: è stato ammazzato un innocente! Cosa intendefare il Governo?"   Al ministro degli Interni Interrogazione a risposta scrittaDa on Franco Laratta Per saperePremesso che   Filippo Ceravolo, 19 anni, commerciante incensurato di Sorianodeceduto a causa delle gravi ferite riportate giovedì 25 ottobre, inun agguato. Discendente di una famiglia di commercianti ambulanti,Filippo lavorava con il padre nella bancarella di prodotti locali.Secondo i dati forniti dall’autopsia sul corpo del ragazzo, Filippo èdeceduto nella notte tra giovedì e venerdì in ospedale, a causa dellegravissime ferite riportate alla testa. Il giovane, incensurato, stava viaggiando a bordo di un'auto diproprietà di un amico, quando è stato avvicinato dai sicari che glihanno sparato alla testa con un fucile caricato a pallettoni. Lavettura con a bordo Filippo Ceravolo è quindi finita in una scarpata.Il diciannovenne è stato soccorso e portato in ospedale a Vibo ma lesue condizioni sono apparse subito disperate . Nella notte il decessodel giovane. Il ragazzo risulta del tutto estraneo ad ambienti malavitosi, e aparere di tutti coloro che lo conoscevano, Filippo potrebbe esserestato ucciso per errore. La fine del ragazzo ha gettato nello sconforto la città di Vibo, ilcomune di Soriano dove la famiglia Ceravolo vive, e tutti coloro chehanno conosciuto Filippo. Ma c’è molta amarezza in Calabria per il silenzio e l’indifferenza cheha accompagnato l’agguato e l’eliminazione di un innocente. Intanto nella popolazione del Vibonese c'è paura e rabbia: vaste aereedei territori risultano di fatto nelle mani di bande criminali, mentrelo Stato sembra arretrare sempre di più.   Tutto ciò premesso si intende sapere:   se il ministro degli interni sia a conoscenza dell’agguato sopra descritto;cosa intenda fare per sollecitare indagini rapide e approfondite daparte degli inquirenti;cosa intenda fare il governo per ridare serenità e sicurezza allagente onesta che vive in Calabria e che, anche per errore, rischiaogni giorno la vita, mentre bande scatenate di malavitosi dimostranoarroganza e controllo di sempre più vaste zone del territoriocalabrese.se sia a conoscenza che è in atto la riduzione del numero degliuomini delle Forze dell’Ordine in servizio nel vibonese, in unterritorio che da anni subisce l’assalto della criminalitàorganizzata;se sia a conoscenza della rivendicazione del Siulp di Vibo Valentiafinalizzata ad ottenere una più forte presenza sul territoriovibonese delle forze di Polizia;se sia a conoscenza di quanto affermato dal Presidente del Tribunalee/o del Procuratore della Repubblica che denunziano la carenza dimagistrati nell’organico del Tribunale di Vibo Valentia.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)