Privacy Policy politicamentecorretto.com - Franco Laratta: "Il Pd tutto unito per battere la corruzione e la devastazio​ne dei bilanci pubblici. Chi ha saccheggia​to le casse ora paghi: il patrimonio va confiscato come accade ai mafiosi!"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Franco Laratta: "Il Pd tutto unito per battere la corruzione e la devastazio​ne dei bilanci pubblici. Chi ha saccheggia​to le casse ora paghi: il patrimonio va confiscato come accade ai mafiosi!"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


Sono d'accordo con l’estensione della legge Rognoni-Latorre agli amministratori pubblici (locali e regionali) che abbiano prodotto, consentito o sottovalutato un grave danno ai bilanci degli enti che hanno gestito. Sono da considerare ladri a tutti gli effetti, malfattori e veri e propri fuorilegge. Come tale vanno puniti. Bisogna rafforzare il sistema dei controlli che in molti casi non funziona, è paralizzato, magari ricattato!
Ai Sindaci, assessori e presidenti che hanno prodotto la devastazione dei bilanci pubblici, devono essere preventivamente sequestrati i loro beni, per poi essere confiscati e trasferiti al patrimonio dello Stato. Esattamente come prevede la Legge Rognoni-Latorre per i mafiosi.
Io proporrò una legge su questo tema. Anzi mi permetto di suggerire al Governo, in primis al Ministro Cancellieri, di farne una norma da inserire in una delle proposte di legge o decreto in via di approvazione al Parlamento. In modo che possa diventare legge dello Stato prima della fine della legislatura. Il Ministro degli Interni non dirà di no a questa forte, ma necessaria, proposta di legge

Invia commento comment Commenti (0 inviato)