Privacy Policy politicamentecorretto.com - Salvare i fondi per contrattisti e digitatori

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Salvare i fondi per contrattisti e digitatori

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Interrogazione al Ministro degli Esteri dei deputati Fabio Porta, Laura
Garavini, Marco Fedi e Gino Bucchino

 

 

 

 

Gli arretrati accumulati presso i consolati, in particolare per quanto
riguarda le pratiche di riconoscimento della cittadinanza, soprattutto in
America Latina, rappresentano un motivo di acuto disagio presente nelle
nostre comunità all'estero. Nella Finanziaria 2008 il governo di
centrosinistra aveva previsto la disponibilità di risorse specifiche per
l'assunzione di contrattisti e digitatori, in modo da dare un concreto
sollievo alla condizione dei consolati.

La minaccia di tagli indiscriminati sulle voci relative agli italiani
all'estero e la necessità di definire regole certe e applicate in modo
uniforme hanno indotto i deputati del PD Fabio Porta, Laura Garavini, Marco
Fedi e Gino Bucchino a presentare un'interrogazione al Ministro degli
Esteri. In essa s'invita anche l'amministrazione degli esteri ad evitare che
i nuovi assunti, come talvolta è accaduto in passato, possano essere
distolti verso altri compiti, 

Ecco, comunque, il testo dell'interrogazione:

 

I sottoscritti interrogano il Ministro degli Affari Esteri per sapere:

 

premesso che

 

* nei Paesi nei quali è più consistente la presenza di comunità di
origine italiana, soprattutto in quelli dell'America Latina, l'accumulo
delle richieste di cittadinanza ha raggiunto livelli preoccupanti, con la
conseguenza di negare di fatto un diritto fondamentale a centinaia di
migliaia di persone e di aprire la strada a preoccupanti pratiche
affaristiche;
* dopo un lungo confronto in sede locale, parlamentare e di governo si
è consolidato un orientamento teso a costituire specifiche task-force nelle
realtà caratterizzate da condizioni di crisi più acute;
* l'efficienza di questi strumenti straordinari di intervento è legata
alla contestuale presenza e all'integrazione di diverse figure professionali
e operative (personale di ruolo, contrattisti, digitatori);
* nella Finanziaria 2008 sono state previste risorse destinate
all'assunzione di contrattisti e di digitatori, vale a dire delle figure
indispensabili per rendere operative gli strumenti di intervento previsti;
* nel recente passato, l'assunzione di contrattisti e digitatori, in
diverse realtà, ha dato luogo a contrasti e polemiche per la mancanza di
chiarezza dei criteri seguiti e, in certi casi, per le difformità
intervenute nella loro applicazione;

-         se sia riuscito a salvaguardare la dotazione prevista nel bilancio
del MAE per l'assunzione dei digitatori dai tagli richiesti dal Ministero
dell'Economia;

 

-         quali criteri siano stati trasmessi alle sedi decentrate per lo
svolgimento dei concorsi relativi alla selezione dei candidati e
all'assunzione dei digitatori;

 

-         se intenda dare indicazioni per fare in modo che i digitatori non
siano distolti dai compiti finalizzati al progressivo riassorbimento delle
pratiche di richiesta della cittadinanza;

 

-         se ha avuto precise garanzie sul fatto che le figure professionali
previste siano contestualmente destinate alle sedi indicate in modo da
realizzare le indispensabili sinergie.

 

 

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)