Privacy Policy politicamentecorretto.com - Sport, Garavini (PD): “Strumento di integrazione e di valorizzazione dei giovani di origini straniere”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sport, Garavini (PD): “Strumento di integrazione e di valorizzazione dei giovani di origini straniere”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Proposta di legge di Laura Garavini a sostegno dello sport italiano all’estero
 
 
 
 
“Lo sport è uno strumento per integrare e valorizzare i giovani e serve a mantenere vivo il loro legame con l’Italia. Parallelamente all’insegnamento della lingua e della cultura italiana e al sostegno ai nostri ricercatori in Europa, va favorita la pratica sportiva tra gli italiani all’estero”. Lo dice Laura Garavini, deputata del Partito Democratico eletta nella circoscrizione Europa, presentando una proposta di legge volta a sostenere lo sport tra i ragazzi italiani all’estero, attraverso accordi internazionali e forme di cooperazione con le associazioni e gli enti italiani nel mondo. La proposta è sottoscritta anche dall’ex-sottosegretario alle politiche giovanili nel Governo Prodi II, Giovanni Lolli, dalla deputata Paola Concia, e dai deputati PD eletti all’estero, Gianni Farina, Marco Fedi e Fabio Porta.


 
“Lo sport aiuta a superare le barriere nazionali, culturali e sociali”, continua la deputata PD”. “E’ un fattore d’identità che può aiutare l’Italia a rilanciare la sua immagine e rafforzare i rapporti con i cittadini che risiedono all’estero”.


 
“Negli ultimi anni si è registrato un netto ridimensionamento del sostegno allo sport italiano all’estero, con una contrazione, ad esempio, dei Paesi in cui si organizzano i Giochi della Gioventù”, conclude Laura Garavini. “Ritengo che sia invece opportuno dedicare maggiore attenzione al fenomeno sportivo, importante veicolo di integrazione e di amicizia tra i popoli”.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)