Privacy Policy politicamentecorretto.com - Anno della Fede nella Diocesi di Castellaneta. Il 21 febbraio incontro su “Cattolici e Ortodossi verso l’unità”

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Anno della Fede nella Diocesi di Castellaneta. Il 21 febbraio incontro su “Cattolici e Ortodossi verso l’unità”

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Nino Bellinvia

Giovedì 21 febbraio 2013 alle ore 18.00 presso la Sala “Mons. Martino Scarafile” al Centro pastorale Lumen Gentium di Castellaneta, avrà luogo l’incontro sul tema “Cattolici e Ortodossi verso l’unità: aspetti sociali e spirituali del cammino ecumenico in Puglia”, con gli interventi di Padre Mihai Driga (responsabile della comunità ortodossa rumena di Bari) e di don Jean Paul Leggi (professore di teologia dogmatica ed ecumenica presso la Facoltà Teologica Pugliese), con le conclusioni di S.E. Mons. Pietro Maria Fragnelli (Vescovo di Castellaneta).
L’incontro di formazione ecumenica, rispondendo alla sollecitazione dei Vescovi di Puglia, fa seguito a quello dello scorso 22 novembre 2012 con il prof. mons. Cosimo Damiano Fonseca sul tema “Lettura storico culturale del Concilio Vaticano II”, è promosso dalla delegazione diocesana di Castellaneta dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, nell’Anno della Fede e nel cinquantesimo anniversario dell’inizio del Concilio Vaticano II.
“L’unità visibile dei cristiani di Oriente e di Occidente appartiene alle cose più grandi promesse da Gesù alla sua Chiesa. La compresenza del mondo bizantino e di quello latino ha profondamente segnato la nostra storia; il nostro passato, con le sue istanze e le sue speranze, continua a vivere nelle tracce indelebili segnate nell’anima pugliese, ancora più che nei pure splendidi monumenti. Pertanto in questa terra, che è crocevia di culture e civiltà, coltivate la vocazione al dialogo, iscritta nelle mille forme, nei mille volti di questa regione ‘al plurale’. Rinvigorite in modo capillare l’ecumenismo di base e valorizzate la Facoltà Teologica Pugliese, in particolare il suo Istituto Ecumenico, per conoscere la teologia dei Padri e i tesori della tradizione orientale e occidentale, in modo da arricchire di ‘nuovi ponti’ culturali e spirituali il nostro futuro…” (CEP, Cristiani nel mondo, testimoni di speranza, n. 26).

L’incontro è aperto a tutti.

 Per informazioni: Gigante Comunicazione -

   tel. +39.0998446286; +39.3209732857.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)