Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

UNA ASSEMBLEA COSTITUZIONALE ELETTA A SUFFRAGIO UNIVERSALE E DIRETTO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

E’ da un po’ di tempo che mi sto e vi sto chiedendo:” In democrazia chi controlla il controllore?” La domanda a prima vista potrebbe apparire del tutto inappropriate e  basterebbe sfogliare la stessa Costituzione, per rendersene conto. Sono le varie Corti a partire dalla Costituzionale. Le giunte per le elezioni. Lo stesso Parlamento. Ggli organi ausiliari e di garanzie .  Le fondazioni ect, ect, ect.

 

L’attuale Corte Costituzionale e’ un organo di nominati tra Parlamento, Quirinale e Magistratura, insomma dei veri e propri  sepolcri imbiancati, rifacendomi ad una nota frase cristiana; anche se il loro colore ufficiale e’ il rosso. Troppo lenta nel prendere le decisioni. L’ eta’ media supera i settant’ anni. Giudica solo le questioni di natura costituzionale e attribuizione tra i poteri dello Stato Spesso. Accusati spesso di essere troppo politicizzati e di sinistra da qualcuno che  ne ha fatto un suo cavallo di battaglia, sino a volte ad arrivare all’ inverosimile.

Certamente con questi poteri limitati, non puo’ controllare in toto il controllore. Quindi occorre che sia il cittadino con una Assemblea Costituzionale eletta a suffragio universal e diretto a scegliere i 30 componenti, dove ogni candidatura dovra’ essere sottoscritta da un tot di cittadini e a livello regionale.

Gli attributi richiesti: Un eta’ non inferiore ai 40 e non superiore ai 70. Proveniente dal mondo civile e non essere iscritti a nessun partito. Non avere avuto mai a che fare con la Giustizia, quindi fedina penale immacolata

Competenze: Le questioni costituzionali (Titolo VI). Verifica sulla urgenza e necessita’ dei decreti leggi. Controllo sull’ operato del potere legislativo e amministrativo della Res Pubblica, con diritto di revoca in casi d’ attribuzione tra Stato e i vari poteri amministrativi. E’ imperativo pero’ civilizzarli e stoganarli!!!

Carmine Gonnella
Progetto Pie
Londra.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)