Privacy Policy politicamentecorretto.com - Dal 18 marzo nella chiesa S. Domenico di Castellaneta “Passione di Cristo in musica” ed altre iniziative

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Dal 18 marzo nella chiesa S. Domenico di Castellaneta “Passione di Cristo in musica” ed altre iniziative

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


In occasione delle celebrazioni pasquali la Comunità Parrocchiale di San Domenico di Castellaneta (Taranto) i ha programmato per lunedì 18 marzo 2013, alle ore 20,00 nella chiesa San Domenico, "La Passione di Cristo in musica con voce narrante" con l’Oratorio Musicale Mese di Marzo 2013 diretto dal maestro e violinista Francesco Greco; dal 18 al 24 marzo l’esposizione delle opere di Daniela Dian “Cercando il Volto di Cristo”; domenica delle Palme 25 marzo, alle ore 20.30 “Ave Crux”, 16a edizione del Concerto della Passione, con l’Ensemble di Fiati Don Bosco diretto dal M° Domenico Putrella.
Ecco quanto ha detto il parroco don Francesco Alfarano della Comunità Parrocchiale di San Domenico.

“Nelle solennità che viviamo in questi giorni, desidero fare a tutti noi e alle nostre famiglie gli auguri di una Santa Pasqua. È la pasqua del Signore, la pasqua della nostra salvezza, così un Padre della Chiesa scrive ai cristiani dei primi secoli. Celebriamo con gioia il dono grande di Dio. Una lunga veglia notturna, un fuoco che arde nel buio della notte, un cero che squarcia le tenebre, tutta la storia dell’umanità raccontata da Dio stesso agli uomini, un canto di giubilo, un inno di Gloria, mai così opportuno, ed è mattino, luce piena, è la Pasqua di Risurrezione, la Pasqua del Signore. Una luce e un mattino che da sempre l'uomo attende, da quando ha avuto la prima percezione del peccato e la certezza di non essere stato abbandonato dal suo Dio. I tunnel e i meandri della vita, i peccati degli uomini scavano tombe e sepolcri per i viventi e nulla rende più tetra l'esistenza del male che s'incarna nel cuore, rendendolo incapaci di palpiti di amore o che l'acceca fino ad oscurargli il vero bene. Una tragedia che avrebbe seminato solo morte se Dio non avesse ricambiato l'offesa con l'infinita misericordia ed il perdono dandoci il suo Figlio da immolare sulla croce. Questa è la Pasqua dei credenti, il felice ritorno dalle tombe, la luce nuova che illumina gli inferni costruiti sulla terra, la pace già compromessa dall'odio. La fratellanza riscoperta con il dono della vita e le lacrime asciugate con il sorriso del Dio Vivente. Cristo è la Pasqua! E' Lui che ci dà gioia, è Lui il motivo perenne della festa. Ormai il male è uscito per sempre dai sepolcri, la morte ha ritrovato finalmente la sua vita e il peccato è stato cancellato dall'Amore. Carissimi amici, desidero con tutto il cuore darvi il mio più sincero augurio di Pasqua, attraverso anche questi eventi culturali: Concerti e Mostra che ormai entrato nei riti preparatori della Settimana Santa, ci danno occasione di entrare nella spiritualità che emana dalle celebrazioni pasquali attraverso le note, i testi e le emozioni musicali. Doniamoci la gioia che solo Cristo ci sa dare! Cristo è Risorto, Cristo risorga nelle nostre famiglie e in tutti noi. Sono vicino a tutti, specialmente verso coloro che non hanno più un lavoro, che sono nella sofferenza per qualche difficoltà o malattia, a tutti voi tanti auguri”.
Nella foto l’interno della Chieda di San Domenico.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)