Privacy Policy politicamentecorretto.com - Allarme rosso per i precari calabresi

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Allarme rosso per i precari calabresi

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 


Dall'affollato convegno di San giovanni in Fiore (con Laratta,
Censore, De Gaetano e Guccione) un forte grido: da luglio Calabria in
ginocchio e comuni chiusi. Lsu e Lpu senza un intervento urgente di
stabilizzazione, saranno licenziati!

Il convegno promosso dal Pd, ha visto la presenza di centinaia di
laboratori precari di tutta la Calabria, del sindacato e di tanti
sindaci.
La situazione è esplosiva per cui il Pd ha chiesto "una legge
regionale organica per stabilizzare i precari".
Guccione, Censore, De gaetano e Laratta hanno quindi chiesto
"l'istituzione di un Fondo nazionale a sostegno dei comuni che
intendono stabilizzare gli Lsu-Lpu; l'allentamento delle norme che
bloccano le assunzioni negli enti pubblici; l'utilizzo del Fondo
sociale europeo per stabilizzare i precari calabresi".
Dure le critiche alla giunta regionale che su questo campo "presenta
ritardi gavissimi"! Il Pd annuncia quindi battaglia ma anche proposte
a livello regionale  e nazionale.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)