Privacy Policy politicamentecorretto.com - Pubblica illuminazione: iniziati i lavori in via Tino di Camaino

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Pubblica illuminazione: iniziati i lavori in via Tino di Camaino

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Capodanno: “ Auspicabile anche la realizzazione dell’arredo urbano “

 

 

“ Erano lustri – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -  che residenti e commercianti di via Tino di Camaino, strada di primaria importanza per la viabilità collinare, collegando i quartieri Arenella e Vomero, tra le piazze Medaglie d’Oro e degli Artisti, lamentavano le carenti condizioni dell’attuale obsoleto impianto di pubblica illuminazione, costituito da alcune lampade poste in corrispondenza del centro della carreggiata, con luce disomogenea e fioca, specialmente sui marciapiedi e con immaginabili ripercussioni sia per gli automobilisti sia per i pedoni, nelle ore serali e notturne “.

 

“ Finalmente – afferma Capodanno – in questi giorni l’impresa che ha avuto in appalto le opere edili ha iniziato gli scavi sul marciapiede dal lato dei civici dispari per collocare sotto traccia i cavi e per predisporre quanto necessario per il nuovo impianto per la pubblica illuminazione “.

 

“ Ci auguriamo – prosegue Capodanno - che le opere procedano con la celerità necessaria e che appena completati i lavori edili, vengano anche allocati i nuovi pali con le lampade in modo da dotare questa importante arteria di un’illuminazione serale e notturna degna di questo nome “.

 

“ Così come è auspicabile – aggiunge Capodanno - che in uno all’impianto di pubblica illuminazione, vengano rifatti i marciapiedi che versano in condizioni precarie, pieni di toppe e di buche, e che venga predisposto un idoneo arredo urbano, a partire dalla sostituzione delle alberature molte delle quali o sono morte o sono state già eliminate lasciando vuote le relative fonti “.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)