Privacy Policy politicamentecorretto.com - IL COMITES DI BUENOS AIRES IN PIAZZA CONTRO IL TRASFERIMENTO DEL MONUMENTO A CRISTOFORO COLOMBO

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

IL COMITES DI BUENOS AIRES IN PIAZZA CONTRO IL TRASFERIMENTO DEL MONUMENTO A CRISTOFORO COLOMBO

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Un "abbraccio simbolico e pacifico": è quello che il Comites di Buenos Aires intende dare al Monumento a Cristoforo Colombo prima che questo sia spostato da piazza Cristobal Colón.

La statua, posta dietro la Casa Rosada a Buenos Aires, per disposizione del Governo Nazionale verrà infatti trasferita a Mar del Plata, con sommo disappunto e dispiacere della comunità italiana.

Ecco perché il Comites della capitale argentina ha organizzato un incontro, invitando tutti gli italiani ed i loro discendenti - ma anche i cittadini argentini affezionati ad un pezzo di storia della città - a scendere in piazza, il 23 aprile, alle ore 16.30, per dare insieme un "abbraccio simbolico e pacifico al Monumento a Cristoforo Colombo".

Opera dello scultore italiano Arnaldo Zocchi, il monumento è situato nel parco Colombo, a breve distanza dalla Casa Rosada, sede del Governo Nazionale argentino. Fù costruito in marmo di Carrara con fondi donati dal Governo italiano e dalla collettività italiana residente in Argentina, in occasione del centenario della "Revolución de Mayo" del 1810. ed ora, per volontà proprio del Governo Nazionale, sarà trasportato a Mar del Plata.

"Vogliamo onorare la memoria dei nostri antenati, che hanno contribuito allo sviluppo di questo bellissimo Paese", spiegano dal Comites, invitando tutti a manifestare la propria contrarietà alla decisione del governo argentino.

Invia commento comment Commenti (2 inviato)

  • Inviato in data bruno aloi, 26 Aprile, 2013 19:44:15
    Una Comunità normale si farebbe rispettare, così é calarsi le braghe. Scusate ma da una Comunità che é parte integrante di quella nazione é inamissibile accettare supinamente questo oltraggio ai valori nazionali. Basta vedere come trattiamo in Italia preziosamente ogni contatto con l'Argentina, proprio per i legami di sangue esistenti che si sono succeduti da cinque secoli.
  • Inviato in data Carlo , 26 Aprile, 2013 09:25:52
    Maaaa... Gusta', I comites esistono ancora ?