Privacy Policy politicamentecorretto.com - Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image


 

 


La Sottosegretaria Eugenia Roccella, sulle linee guida sulla legge 40/2004 in materia di procreazione assistita, emanate alla fine del mandato dall'ex ministro Livia Turco, chiede un parere al Consiglio Superiore di Sanita' (CSS) che chiarisca quelle che la Roccella chiama "le due criticita' presenti nelle nuove linee guida della legge 40": la quantita' di materiale genetico embrionale necessaria per l'indagine preimpianto e la effettiva percentuale di successo delle gravidanze a seguito del prelievo di una o due cellule dell'embrione. Peccato che proprio quest'organo, solo pochi mesi fa, ha informato e dato parere favorevole alle linee guida che dovevano entrare in vigore lo scorso 30 giugno e che il Governo ha rinviato alla fine di febbraio 2009. Quale nuovo parere si aspetta la nostra sottosegretaria?
Mi sembra un tentativo di coinvolgere un organo scientifico come il CSS nella diatriba politica. Una mossa per cercare di giustificare una propria scelta ideologica ben precisa, basata sulla negazione del diritto alla procreazione responsabile.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)