Privacy Policy politicamentecorretto.com - La Commissione consultiva del settore "Servizi sanitari e socio-assistenziali" di Confindustria Puglia

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

La Commissione consultiva del settore "Servizi sanitari e socio-assistenziali" di Confindustria Puglia

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

La Commissione consultiva del settore "Servizi sanitari e socio-assistenziali" di Confindustria Puglia ha incontrato, nella propria sede, l'assessore regionale alle Politiche della salute, Alberto Tedesco, per confrontarsi sul tema della sanità ed esaminare il Piano regionale della salute, in fase di approvazione.

L'incontro ha rappresentato l'occasione per esprimere condivisione sui principi generali ai quali il Piano è improntato, ma anche per sottolineare alcune perplessità su aspetti fondamentali che vanno recuperati in sede di approvazione.
Nicola De Bartolomeo, presidente di Confindustria Puglia, e Paolo Telesforo, presidente della Commissione, hanno rilevato all'assessore Tedesco che è stata posta poca attenzione all'integrazione pubblico-privato che rappresenta la vera scommessa affinché il Piano stesso possa decollare e rendere attuabili le aspettative che in esso si ripongono, anche alla luce dell’imminente avvento del federalismo fiscale, promuovendo la qualità delle cure e soprattutto la valutazione dei risultati.
Gli industriali pugliesi auspicano di prevedere all'interno del Piano sperimentazioni gestionali, project financing e forme di partnership pubblico – privato, che nelle regioni dove sono stati implementati hanno dato risultati eccellenti, permettendo di coniugare le efficienze dei due sistemi: economiche, strutturali ed organizzative, con l’eliminazione di tutto ciò che rallenta la crescita e lo sviluppo del sistema salute.
L'assessore Tedesco, nel ringraziare per l'importante opportunità di confronto, ha sottolineato che il «Piano pone al centro la tutela della salute del cittadino, attraverso una riqualificazione dell’intero sistema sanitario regionale. Il successo del Piano – ha affermato – passa certamente attraverso un maggior coinvolgimento delle imprese sanitarie e socio-sanitarie private, nell’ottica di una concreta collaborazione competitiva». Tedesco ha così accolto la richiesta di favorire l’integrazione tra  pubblico e privato: il pubblico può mutuare dal privato alcuni modelli organizzativi, l’efficienza dei servizi  e la propensione ad avvalersi di processi innovativi.
Gli imprenditori hanno espresso la necessità di una maggiore concertazione con gli organi regionali attraverso un costante e costruttivo dialogo.
A tal fine l’assessore Tedesco ha assicurato la massima disponibilità per ulteriori occasioni di confronto e ha proposto di stabilire con il sistema imprenditoriale pugliese un patto per un’alleanza di governo tra pubblico e privato senza strozzature, anche attraverso la costituzione di un tavolo tecnico per la futura condivisione e definizione dell’attività di programmazione regionale in materia di salute.

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)