Privacy Policy politicamentecorretto.com - Delinquenza al Vomero, quartiere sempre più insicuro

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Delinquenza al Vomero, quartiere sempre più insicuro

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

Mancava solo il rapinatore degli androni

 

         “ Come se non bastasse la presenza della delinquenza organizzata, anche con il racket e l’usura, delle baby gang, sempre più aggressive, con numerosi furti ed aggressioni nei confronti di giovani, al Vomero arriva anche il rapinatore degli androni, che con una collaudata tecnica sottrae ogni loro avere alle persone, per lo più anziane, in procinto di prendere l’ascensore per raggiungere la propria abitazione – stigmatizza Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Oramai sembra di stare in pieno Far West, dal momento che il quartiere collinare sta diventando tra i più insicuri d’Europa ed in molti residenti comincia a serpeggiare l’idea del fai da te, ricorrendo alla difesa personale anche con armi  “.

 

         “ Mi domando che fine ha fatto la videosorveglianza, di recente incrementata con l’installazione di ulteriori telecamere – afferma Capodanno – visto che, laddove il sistema funzionasse, con tante postazioni nelle principali strade e piazze del quartiere, non dovrebbe essere difficile individuare ed arrestare i delinquenti? “.

 

         “ Senza considerare il dato che ci sono tanti esercizi e banche che sono dotati di sistema di videosorveglianza, alcuni presenti proprio nei pressi degli androni dei fabbricati – continua Capodanno -, per la qual cosa non dovrebbe essere difficile visto anche il gran numero di colpi messi a segno, individuarne l’autore “.

 

         “ Il fatto grave è che oramai viviamo in una sorta di coprifuoco perenne – conclude Capodanno -. La gente ha paura di camminare per strada anche in quartieri cosiddetti bene, come il Vomero. Specialmente dopo la chiusura dei negozi è facile subire delle aggressioni, favorite anche dalla carente illuminazione pubblica che affligge da anni molte strade del quartiere e dalla mancanza di un’idonea vigilanza da parte delle forze dell’ordine, confermata dal dato che è sempre più raro imbattersi in strada in poliziotti o carabinieri di prossimità “.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)